Martiri 7 Luglio, teatro per la libertà con il presidente Pertini

REGGIO EMILIA – Oggi sono in programma diverse iniziative per omaggiare la memoria dei Martiri del 7 luglio 1960. La più interessante si svolgerà alle ore 21 al Palazzo dei Musei (via Spallanzani 1): andrà in scena lo spettacolo teatrale “Gli uomini per essere liberi. Sandro Pertini, il Presidente”, performance teatrale di Gianni Furlani con Mauro Bertozzi.

Sandro Pertini, partigiano e presidente della Repubblica, è un’icona del Novecento e della democrazia italiana. Una figura significativa per la levatura con cui ha saputo rappresentare l’Italia e le istituzioni, un simbolo di lotta per la giustizia Il presidente Pertinie per i diritti di tutti, soprattutto dei più deboli. Per queste ragioni lo spettacolo a lui dedicato viene riproposto il 7 luglio. “Gli uomini per essere liberi” muove dal desiderio di riportare alla memoria questa grande figura, il cui pensiero resta attuale, per parlare non soltanto di Pertini ma anche della nostra nazione, di personaggi, di  fatti, di episodi del nostro recente passato, tra cui il 7 luglio 1960.

Ad accompagnare Mauro Bertozzi sul palco, le musiche di Tiziano Bellelli, Riccardo Sgavetti ed Emanuele Reverberi. Le  immagini  sono invece a cura di Lidia Scalabrini.

Lo spettacolo sarà preceduto, alle ore 17.30, dalla visita al Cimitero monumentale (ingresso da via Beretti), dove rappresentanti istituzionali, sindacali e delle associazioni partigiane renderanno omaggio alle tombe dei caduti.

Alle 18.30, nella piazza intitolata ai Martiri, è prevista la deposizione di una corona al cippo dedicato ai cinque caduti (Lauro Farioli, Ovidio Franchi, Emilio Reverberi, Marino Serri e Afro Tondelli) e la visita alle cinque ‘pietre d’inciampo’ installate sul selciato della piazza, luoghi dove caddero i giovani manifestanti, ricordati anche dai cinque platani e dalla scultura presenti nella stessa piazza.

Infine alle ore 18.45, ai giardini pubblici (piazza della Vittoria), interventi del sindaco Luca Vecchi, del presidente della Provincia Giammaria Manghi, di Silvano Franchi fratello di Ovidio Franchi, e della segretaria generale della Cgil Susanna Camusso. Parteciperà il Coro selvatico popolare, diretto dal maestro Tiziano Bellelli.