Quantcast

Le rubriche di Reggiosera.it - Interventi

“L’Iva sulle imposte nelle bollette è illegittima”

Fantuzzi di Reggio città aperta: "Ne chiederemo conto a Iren"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La notizia è passata quasi inosservata, ma è un’autentica bomba: un giudice di pace di Venezia ha sancito che nelle bollette l’applicazione dell’Iva sulle imposte è illegittima. Enel dovrà pertanto restituire 103,78 euro versati in più dal cliente, rivalendosi poi nei confronti dello Stato. Le fatture contestate sono otto per la fornitura di gas e dodici per l’elettricità.

Nel decreto il giudice richiama il principio stabilito quasi vent’anni fa dalla Corte di Cassazione a sezioni unite nella sentenza 3671/97, secondo il quale, salvo deroga esplicita, un’imposta non costituisce mai base imponibile per un’altra.

Le cifre in questione non sono elevate e sul pregresso sarà arduo ottenere risultati: ma il riconoscimento del principio è tanto palese quanto importante e può costituire la base per avviare una campagna a tutela dei consumatori.

Stando alle prime stime, senza l’Iva sulle accise una famiglia media con un consumo di 1.400 metri cubi di gas pagherebbe ogni anno tra i 50 e i 75 euro in meno di bolletta. Nella bolletta della luce la doppia tassa è applicata sulle accise, mentre in quella del gas sulle accise e sulle addizionali regionali.

Reggio città aperta intende portare avanti questa battaglia di trasparenza e correttezza fiscale, coinvolgendo le Associazioni di consumatori che vorranno partecipare. Iren è sostituto d’imposta per conto dello Stato e degli Enti locali, ma non è accettabile che, ancora una volta, siano i cittadini a farle da banca”.

Più informazioni su