La formazione punta su Meccatronica e Agroalimentare

La Regione approva l’offerta formativa 2016-17 della rete degli Istituti tecnici superiori. Si aggiunge un percorso dedicato alla food valley

REGGIO EMILIA – Studiare la valorizzazione dei prodotti agroalimentari e Meccatronica: si potrà negli Istituti tecnici superiori reggiani. La Giunta regionale ha infatti approvato l’offerta formativa 2016-17 della rete degli Its dell’Emilia-Romagna, cofinanziata da risorse del Fondo sociale europeo e del Ministero dell’Istruzione. Il primo è un corso nuovo, l’altro è una conferma.

Il prossimo anno formativo, le 7 Fondazioni Its avvieranno in regione 16 percorsi biennali per acquisire il diploma nazionale di Tecnico superiore. Ai percorsi, che partiranno entro il 30 ottobre, potranno partecipare 330 allievi a cui si richiede come titolo di accesso il diploma di scuola secondaria superiore. L’offerta formativa è stata selezionata dalla Regione tramite un invito alle Fondazioni Its, sulla base degli obiettivi previsti dal Piano triennale della Rete politecnica 2016-18 e dal relativo piano di attuazione per il 2016: rendere disponibili in regione percorsi di formazione terziaria non universitaria, progettati per fornire alle persone competenze specialistiche funzionali a un inserimento qualificato nelle imprese, contribuendo nel contempo all’innovazione dei settori trainanti e di quelli emergenti dell’economia regionale, come indicato nella Strategia regionale di specializzazione intelligente. “I percorsi degli Its sono caratterizzati da una forte integrazione tra formazione in aula, realizzata prevalentemente da esperti provenienti dal mondo del lavoro, ed esperienze di stage in impresa”, ha spiegato l’assessore regionale alla Formazione e al Lavoro Patrizio Bianchi.

L’efficacia occupazionale di questo segmento dell’infrastruttura educativa dell’Emilia-Romagna è dimostrata dai dati: quasi l’80% dei diplomati del 2014 ha trovato un’occupazione, nel 90% dei casi coerente col percorso formativo svolto. I risultati migliori sono stati registrati dai corsi del sistema meccanica di Modena (100%), Bologna (96%) e Reggio Emilia (85%), a fronte dei quali la Fondazione Its Maker ha ricevuto dal Ministero dell’Istruzione oltre 400mila euro.

 

L’offerta formativa 2016-2017  Inaugura quest’anno a Reggio Emilia il percorso per “Tecnico superiore per le tecnologie di commercializzazione e valorizzazione dei prodotti alimentari”, organizzato dalla Fondazione Its Tech&Food di Parma. Riproposte tutte le specializzazioni nei settori meccanica, meccatronica, motoristica e packaging proposte dalla Fondazione Its Maker: a Reggio Emilia “Tecnico superiore in sistemi meccatronici”, a Bologna “Tecnico superiore per l’automazione e il packaging”, a Modena “Tecnico superiore in progettazione meccanica e materiali” e “Tecnico superiore in motori endotermici, ibridi ed elettrici”.

E ancora a Fornovo di Parma “Tecnico superiore per i materiali compositi e l’additive manufacturing”; a Mirandola (Mo) “Tecnico superiore per la produzione di apparecchi e dispositivi biomedicali”; a Parma “Tecnico superiore per le tecnologie di progettazione e produzione alimentare”.  A Cesena “Tecnico superiore per lo sviluppo di sistemi software Ict”. A Bologna “Tecnico superiore per l’organizzazione e la fruizione dell’informazione e della conoscenza.

A Faenza (Ra) e Sassuolo (Mo) “Tecnico superiore per sostenibilità, sviluppo, design del prodotto ceramico”. L’Its di Piacenza continua a formare tecnici per l’infomobilità e le infrastrutture logistiche. L’Its Turismo e benessere di Rimini conferma i due percorsi a Rimini e a Bologna (Gestione delle strutture turistico ricettive; Promozione e sul marketing delle filiere turistiche e delle attività culturali). A Ravvenna percorsi su “Competenze innovative in materia di impianti energetici”, e “Sostenibilità ed efficienza energetica delle costruzioni”.