Quantcast

In carcere due serial-rapinatori di farmacie

Per la Squadra Mobile in pochi mesi hanno assalito in città e nelle frazioni almeno 5 esercizi di Fcr e due negozi di prodotti per la pulizia.

REGGIO EMILIA – In carcere due nordafricani fortemente sospettati di essere i rapinatori seriali che hanno preso di mira almeno cinque farmacie a Reggio, oltre ad due negozi di prodotti cosmetici e per la pulizia della casa.

All’individuazione dei due sono stati gli agenti delle Squadre Mobili di Reggio e di Modena, che hanno eseguito ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Giudice delle indagini preliminari di Reggio. Dietro le sbarre sono finiti Wahid Jendoubi, tunisino di anni 35, e il marocchino ventenne Abdelaziz Mabtoul.

Diverse le contestazioni a loro carico: i due stranieri sono gravemente indiziati di aver consumato il 31 dicembre 2015 una rapina a mano armata perpetrata ai danni del negozio Target di via Samoggia. Si stanno raccogliendo ulteriori indizi di colpevolezza per le rrapine ai danni delle farmacie comunali di via S.Ambrogio a Rivalta (20 ottobre 2015); di via Martiri della Bettola alla Baragalla (26 ottobre); via Papa Giovanni XXIII 29 (1 novembre); in via Comparoni a Gavasseto (12 febbraio di quest’anno), e via Giordano Bruno 22 a Cadè (24 febbraio).

I due erano stati arrestati il 5 marzo, in flagranza di reato, mentre tentavano di rapinare in via Ferrari il negozio “Acqua e sapone” . All’arresto in flagranza si era giunti nell’ambito di un’articolata attività investigativa della Mobile, supportata anche da telecamere e altri “presidi” tecnologici.