Gnaker – Cavalca, basket e solidarietà scendono in campo

Da stasera al 29 luglio centinaia di cestisti si sfidano al parco del Noce Nero. Il ricavato dei tornei andrà alla Lilt Reggio

REGGIO EMILIA – Da oggi al 29 luglio andrà in scena a Reggio la 35^ edizione dei tornei di basket Gnaker – Cavalca, la celeberrima maratona di basket reggiana. Promosso dal Comitato Organizzatore di Gnaker, come sempre il torneo si terrà presso il parco “Noce Nero” di via Mutilati del Lavoro.

Il ricavato della manifestazione andrà a favore di Lilt Reggio Emilia: i fondi raccolti finanzieranno una borsa di studio destinata a un nuovo medico oncologo che andrà a operare presso il nuovo Centro Oncoematologico del Santa Maria Nuova. Questa borsa di studio, oltre al sostegno di Gnaker, è frutto anche della donazione ricevuta dalla Sig.ra Alba Canali.

Gnaker nasce nel lontano 1980, grazie a un gruppo di amici, giocatori mancati: si pensò di organizzare un torneo coinvolgendo solo la categoria Senior, Amatori e fuori età, scegliendo giocatori possibilmente abbastanza scarsi. Fu subito un trionfo. Al Gnaker del primo ventennio si sono mescolati con (ex) giocatori dall’indubbio blasone di ogni sport: allenatori come Corrado Pizzi, Mondo Vecchi e Max Menetti, arbitri come Antonella Fabretti (prima donna a dirigere partite A1), Paolo Taurino, il “Santone” Gian Matteo Sidoli; giornalisti come Lorenzo Dallari, medici come Gianbattista Camurri, Claudio Tedeschi, Ermanno Rondini, Claudio Davoli, Marco Ruini. Non sono mancati all’appello politici, pubblici amministratori, professionisti, semplici tifosi e appassionati di basket.

Dalla fine degli anni ’90, Gnaker è diventata una grande kermesse sportiva della città,  privilegiando il basket giovanile, dal mini basket alle categorie under 17.

Ma Gnaker è anche solidarietà e, grazie alle passate 34 edizioni, ha permesso di assegnare circa 200.000 euro di proventi a oltre 20 associazioni, Onlus e enti di volontariato di Reggio. L’edizione 2016 sosterrà LILT Reggio Emilia, che con centinaia di soci e volontari promuove da oltre 40 anni la salute diffondendo la cultura della prevenzione oncologica sul territorio reggiano.

L’evento è stato presentato ufficialmente da organizzatori e sponsor, tra i quali Basilio Muolo della Commissione regionale arbritri Emilia Romagna, Andrea Cassinadri della Commissione Arbitri, William Reverberi del Coni, Emilio Iotti di Reggio sport, Massimo Turni presidente fdella Fip di Reggio, e per il comitato organizzativo di Gnaker Egidio Reggiani, Vincenzo Romano, Mauro Bondavalli, Bruno Artoni, Umberto Messori. Presenti inoltre il dottor Salvatore De Franco dell’Asmn di Reggio, il dottor Ermanno Rondini presidente della L.I.L.T., i responsabili del Memorial Cavalca Leonardo Piccolino, Paolo Ambrogi, Adelmo Lippi, Maurizio Cocchi, ed Egidio Reggiani della Fercom.