Quantcast

Con annuncio-esca vende online un Mac, ma era una truffa

Napoletano usa sito web per creare una vetrina virtuale e adescare le vittime. Incastrato dai carabinieri di Gattatico dopo la falsa vendita di un computer

GATTATICO (Reggio Emilia) – Compra da un sito web di annunci un computer Apple, ma era un costosissimo raggiro. I carabinieri risalgono la corrente dei soldi versati dalla vittima – un sessantenne di Gattatico – e incastrano un truffatore telematico di Napoli.

Tutto è iniziato con a un’invitante inserzione associata a un’utenza telefonica dove farsi contattare per trattare la compravendita dei un Mac che vendeva e una carta prepagata dove ricevere i soldi. Così un 50enne partenopeo si è messo in vetrina in un sito di annunci, commercializzando computer a prezzi vantaggiosi.
La vittima lo ha contattato sicura dell’affare: le trattative correvano via cellulare… ma  quando sulla carta prepagata del napoletano è stato accreditato il corrispettivo richiesto – quasi 1.170 euro -, alla vittima non è arrivato nulla. Quando l’acquirente lamentava il ritardo, il napoletano inizialmente ha tergiversato con false promesse per poi sparire nel nulla, tenendosi il denaro ricevuto tramite bonifico.

Realizzando di essere rimasto vittima di un raggiro, l’uomo si è presentato ai carabinieri di Gattatico formalizzando la denuncia per truffa. Dopo una serie di riscontri  – tra l’utenza telefonica associata all’inserzione-esca, l’IP del computer utilizzato per l’annuncio e la carta prepagata dove erano confluiti i soldi -, i militari sono risaliti al napoletano nei cui confronti hanno acquisito una serie di incontrovertibili elementi di responsabilità. L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio  per il reato di truffa; è a piede libero.