Boretto, cuoco arrestato con 86 ovuli di coca nello stomaco

Heriberto Rivera, 28 anni, domiciliato nel comune rivierasco e dipendente di un ristorante della zona, è stato fermato all'aeroporto di Malpensa. Aveva un chilo e cento grammi di droga nella pancia

BORETTO (Reggio Emilia) – Un cuoco 28enne domiciliato a Boretto, Heriberto Rivera, con doppia cittadinanza, dominicana e francese, è stato arrestato domenica sera a Malpensa con 86 ovuli di cocaina nello stomaco. Lo riporta Il Resto del Carlino. L’uomo, conosciuto nella Bassa reggiana perché cuoco in un ristorante, è stato quindi portato nel carcere di Busto Arsizio

Arrivato all’aeroporto di Malpensa, gli uomini della Finanza lo hanno fermato per alcuni controlli e, dopo averlo sottoposto al body scanner e aver notato qualcosa di strano, lo hanno trattenuto, costringendolo a espellere la droga. Nello stomaco aveva un chilo e 100 grammi di cocaina per un valore commerciale di circa 100mila euro.

Il giovane si trova ora in cella nel carcere di Busto Arsizio. Ieri mattina c’è stata l’udienza di convalida dell’arresto. Rivera, difeso dall’avvocato Giuseppe Caldarola del foro di Reggio, si è avvalso della facoltà di non rispondere, davanti alle domande del pm. Non è da escludere che la cocaina fosse destinata al mercato reggiano.