Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Italia-Germania finisce 6-7, sfuma il sogno di Euro 2016 foto

Gli Azzurri - con il lutto al braccio per la strage di Dacca - hanno giocato una partita di grande intensità: i tempi supplementari non avevano sbloccato l'1-1, e si è andati ai rigori

BORDEAUX (Francia) Italia-Germania finisce 6-7, sfuma ai rigori il sogno di Euro 2016.
Gli Azzurri – con il lutto al braccio per la strage di Dacca – hanno giocato una partita di grande intensità e grande dignità. Ozil aveva segnato al 63′, con l’Italia che aveva pareggiato al 78′ con Bonucci (rigore). I tempi supplementari non avevano sbloccato l’1-1, e si è andati ai rigori.
Dal dischetto hanno sbagliato – per l’Italia – Pellè (oggetto poi di critica per un gesto di sfida al portiere avversario), Zaza, Bonucci e Darmian. Grandissimo Buffon che ha combattuto sino all’ultimo ed è riuscito sempre ad intuire le intenzioni degli avversari.

“Mi dispiace per i ragazzi – ha dichiarato il ct azzurro Antonio Conte ai microfoni della Rai – Hanno dato tutto quello che avevano contro una squadra fortissima. Peccato, potevano andare avanti noi”. Per Conte l’unico rimpianto è di “avere perso ai rigori. Questi ragazzi ci hanno messo impegno, orgoglio e amore per la maglia, hanno dato tutto quello che avevano. Bilancio? li fanno gli altri. Sono contento di aver fatto questa esperienza. Questa panchina regala sempre grandi emozioni. Non è un addio, un arrivederci”. Conte è riuscito, in due anni, a costruire una squadra importante e di grande coesione.

“E’ stato tracciato un solco importante e c’è da proseguire su questa strada. Abbiamo fatto il massimo, e stava bastando. Quando si è squadra, si hanno i valori e una organizzazione  di gioco, nulla diventa impossibile. Meritavamo… per ciò che abbiamo risevgliato nel cuore e nell’animo della gente. Tre rigori su 5… e gli altri che non sono bastati: è una cosa veramente dura, che non si può spiegare. Non abbiamo mai passato nulla di peggio: questa è davvero scioccante, ma bisogna andare avanti perchè abbiamo delle responsabilità”, ha dichiarato in lacrime il capitano Buffon, “Conte ci ha fatto i complimenti perché è stato orgoglioso di aver allenato un gruppo di uomini come noi, che fino alla fine hanno dato ogni goccia di sudore per inseguire il risultato”.

I RIGORI: Insigne, realizzato; Kroos, realizzato; Zaza, sbagliato; Mueller, parato; Barzagli, realizzato; Ozil, sbagliato; Pelle’, sbagliato; Draxler, realizzato; Bonucci, parato; Schweinstiger, sbagliato; Giaccherini, realizzato; Hummels, realizzato; Parolo, realizzato; Kimmich, realizzato; De Sciglio, realizzato; Boateng, realizzato; Darmian, parato; Hector, realizzato.

Stasera si gioca l’ultimo dei quarti di finale.