Quantcast

Troupe di Telereggio aggredita, la solidarietà del Pd

Nel primo giorno dei controlli delle forze dell'ordine e delle misura antidegrado volute dal Comune. Operatore preso a calci e pugni da uno dei tanti balordi che bivaccano davanti al teatro

REGGIO EMILIA – Nel primo giorno di maggior controlli e presenza delle forze dell’ordine di fronte al Valli e di applicazione delle misure antidegrado volute dal Comune, una troupe di Telereggio è stata aggredita da uno dei tanti balordi che stazionano abitualmente davanti al teatro.

Tutto è succeso quando, verso le 16, nel centro di Reggio è scoppiato un acquazzone. I carabinieri in servizio in piazza Martiri del 7 luglio sono entrati nella loro camionetta e in tanti, compresa la troupe di Telereggio, si sono riparati dalla pioggia sotto al portico del teatro Valli.

A quel punto un uomo lontano dalla troupe, e comunque non inquadrato dalla telecamera, è andato verso l’operatore, Manuel Gardoni. Prima lo ha minacciato e poi ha iniziato a prednerlo a pugni e a calci. L’operatore non ha reagito. Sono poi arrivati altri balordi, abituali frequentatori della zona, che gli hanno dato man forte  minacciando anche la giornalista, Giulia Gualtieri.

La solidarietà del Pd
Il Partito Democratico “esprime la propria solidarietà a Telereggio e alla sua troupe prima minacciata e poi aggredita da un balordo in piazza Martiri del 7 luglio. Si tratta di un gesto grave che colpisce la libertà di stampa, il diritto di essere informati e di informare. All’operatore Tv Manuel Gardoni e alla giornalista Giulia Gualtieri, vittime dell’aggressione, vanno i nostri migliori auguri di pronta guarigione”.

Alla giornalista e all’operatore di Telereggio va la solidarietà di Reggio Sera.