Restate: tre mesi di teatro, musica e danza

La poesia nel cortile della biblioteca Panizzi, il cinema sotto le stelle, le numerose proposte per i più piccoli, i concerti di Mundus, le mostre fotografiche. Tra gli altri si esibiranno Aterballetto, Cristina Donà, Fabrizio Bosso, Rita Marcotulli, Peppe Servillo, i pianisti Andrea Padova, Andrè Gallo, Marco Scolastra, Marcello Mazzoni e gli studenti dell'istituto musicale Achille Peri – Claudio Merulo

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – E’ di nuovo tempo di “Restate”, rassegna promossa dal Comune di Reggio Emilia con le sue principali istituzioni e servizi e con il contributo di Iren come main sponsor e di Aci Automobile Club Reggio Emilia, Bper Banca, Transcoop. Trentuno progetti tra le molteplici e multiformi proposte del mondo dell’associazionismo, espressione del centro storico, dei quartieri e delle ville, hanno trovato realizzazione grazie al contributo del Comune per 93 mila euro nell’ambito del bando eventi Restate 2016.

Cultura e spettacolo – nelle loro molteplici espressioni, tra teatro, danza, musica e cinema – sono i capisaldi di questa estate reggiana, forte di centinaia di appuntamenti da giugno a settembre, per la maggior parte gratuiti, che avranno come palcoscenico le piazze del centro e i luoghi storici dell’arte e della cultura, ma anche la Cintura verde e i quartieri. Ogni spazio diventerà un ambiente aperto di incontro, festa, partecipazione civile.

Confermate anche quest’anno le aperture straordinarie serali di musei e biblioteche, gallerie d’arte e luoghi storico-artistici sedi delle mostre del festival di Fotografia Europea, ma anche degli esercizi commerciali del centro storico. I Chiostri di San Pietro, la Biblioteca Panizzi, il Palazzo dei Musei, piazza Prampolini, piazza Fontanesi, l’Arena ex Stalloni, lo Spazio Gerra sono solo alcuni dei luoghi deputati ad ospitare gli eventi di Restate 2016.

Il programma presenta una selezione dei principali eventi culturali previsti nell’ambito di Restate 2016, che comprende una proposta più ampia di iniziative come quelle relative al progetto dei Mercoledì Rosa, oltre che agli eventi nei parchi cittadini e nei centri sociali.

Musica
La grande Festa europea della Musica sancisce l’inizio dell’estate, e si caratterizza come uno dei primi eventi di punta del cartellone di Restate: il 21 giugno ai Chiostri di San Pietro ad esibirsi sono gli studenti dell’istituto superiore di studi musicali di Reggio e Castelnovo Monti A. Peri – C. Merulo. Stesso suggestivo scenario, giorno diverso: il 28 giugno i Chiostri ospitano la Filarmonica Città del Tricolore, che celebra il decennale dalla sua ricostituzione. Gli studenti del Peri – Merulo, un centinaio quelli coinvolti nei diversi concerti, si esibiranno anche in altre occasioni: il 23, 29 e 30 giugno e il 7 luglio allo Spazio Icarus in viale IV novembre; il 27 giugno e l’8 luglio ai Chiostri di San Pietro.

I Chiostri di San Pietro fanno da cornice anche alla seconda edizione del Festival dei pianisti italiani che nei giorni 22 giugno, 19, 22 e 26 luglio propone quattro indimenticabili appuntamenti con i Musici di Vivaldi Glauco Bertagnin, Alessandro Pandolfi, Marcello Mazzoni, Andrea Padova; i musicisti della Royal Concertgebouw Orchestra con Andrè Gallo al pianoforte; i Virtuosi Italiani con Andrea Padova e Marcello Mazzoni al pianoforte; Marco Scolastra al pianoforte con la voce recitante di Sandro Cappelletto.

Organizzato da Italian Classics in collaborazione con il Comune di Reggio, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna e il sostegno di Banca Profilo, Baiauto e Diffusione Tessile, questo festival vuole portare all’attenzione del pubblico una generazione di pianisti veramente eccellente. Il festival non si limita a proporre musica dal vivo, ma offre  l’introduzione ai concerti attraverso incontri con gli esecutori, con i compositori, con i trascrittori, con esponenti di altre discipline. L’obiettivo è avvicinare il grande pubblico alla musica classica, e soprattutto ai grandi esecutori in particolare della musica per pianoforte. (Concerti a pagamento. Info e prenotazioni: Discoland 0522433785, Agenzia viaggi Natouralmente 0522435046, Italian Classics 3928567046).

Sempre ai chiostri di San Pietro anche i due appuntamenti musicali organizzati da Grade Onlus, per il centro oncoematologico con i Twins Quintet (23 giugno) e il concerto di Canne da Zucchero, Antonella Lo Coco e Sabrina Paglia (30 giugno).

Mundus
Una delle rassegne più importanti di Restate è Mundus, promossa con Ater – Associazione Teatri Emilia Romagna. Cinque appuntamenti (tutti alle 21,30 a ingresso libero) caratterizzano questa 21esima edizione, a cominciare dal 14 luglio quando Rita Marcotulli al pianoforte con l’ensemble dell’Istituto Musicale A. Peri – C. Merulo diretto da Mauro Grossi si esibiscono in “Autoritratto” nella splendida cornice dei Chiostri di San Pietro; il 18 luglio in piazza Prampolini è la volta di Fabrizio Bosso con “Duke”, un omaggio al grande Duke Ellington, con il Fabrizio Bosso Quartet e il Paolo Silvestri ensemble; il 29 luglio è tempo di un viaggio nei ricordi, nelle persone, nell’immaginario di un popolo migrante con “Parientes” di Peppe Servillo con Javier Girotto ai sassofoni e Natalio Mangalavite al piano. Agosto si apre sulle note di Fabrizio de André con lo spettacolo in piazza Prampolini “Amore che vieni, amore che vai, Fabrizio de Andrè, le donne e altre storie” che vede esibirsi Cristina Donà (voce), Rita Marcotulli (piano), Enzo Pietropaoli (basso), Fabrizio Bosso (tromba), Javier Girotto (sax), Saverio Lanza (chitarre) e Cristiano Calcagnile (batteria, percussioni). Ferragosto in piazza Fontanesi per l’ultimo appuntamento reggiano con Mundus “Line for Chet” – Tribute to Chet Baker con Enzo Pietropaoli e  Yatra quartet.

Fabrizio Bosso

Fabrizio Bosso

Torna Soli Deo Gloria
Torna anche Soli Deo Gloria con i suoi numerosi concerti dedicati alla musica per organo da giugno a ottobre nelle chiese della città e della provincia. I primi due appuntamenti di giugno sono a Reggio, il 24 in Battistero e il 29 nella chiesa di Sant’Agostino di piazza Pignedoli. I concerti riprendono ad agosto: il 20 nella chiesa della conversione di San Paolo a Giandeto di Casina, il 28 nella chiesa dei Santi Sigismondo e Genesio a Sabbione. Cinque gli appuntamenti di settembre: il 1° nella chiesa di San Giorgio a Reggio, il 4 nella chiesa dei Santi Faustino e Giovita Martiri di Rubiera, in memoria di Francesca Ovi – da segnalare, sempre domenica 4 settembre, il raduno regionale di campanari nell’ambito della sagra della Giareda – il 7 nella basilica della Beata Vergine della Ghiara, il 25 nella Galleria Parmeggiani di corso Cairoli. L’ultimo appuntamento della rassegna è in scaletta il 1° ottobre  nella chiesa di San Francesco da Paola in via Emilia all’Ospizio.

Spazio Gerra
Poi ci sono le proposte dello Spazio Gerra, legate a doppio filo alle mostre di Fotografia Europea, che quest’anno raccontano due decenni di vita sulle piste da ballo. La mostra “Disco Emilia” allestita allo Spazio Gerra, si espande in esterno, nel giardino retrostante, animando sei lunedì sera dal 20 giugno al 25 luglio di incontri, musica, racconti e immagini (durante gli eventi la mostra rimane aperta dalle 21 alle 24). Portano la loro testimonianza diretta della stagione d’oro del divertimento notturno i deejay, gli scrittori, i giornalisti, i fotografi e gli imprenditori che di quel periodo sono stati protagonisti. Le serate aperte a tutti sono realizzate in collaborazione con il ristorante il Pozzo che dispone di un cocktail bar e di un menù appositamente pensato. Le raffinate selezioni musicali sono affidate a DJ come Robi Bonardi, Alfredo Miti, Robert Passera, Jumbo Manfredini. La rassegna è organizzata in collaborazione con Gigi Manzotti & Friends, partner tecnico è Sound Corporation.

Un giro di Jazz
Gli eventi dello Spazio Gerra non si esauriscono qui: dal 23 giugno al 21 luglio torna la seconda edizione della rassegna gratuita di jazz nel giardino Un giro di jazz: anche in questo caso, gli eventi sono organizzati in collaborazione con il ristorante Il Pozzo, che per l’occasione propone menù ad hoc. Protagonisti sono Jimmy Villotti, storico jazzista che ha collaborato alle produzioni discografiche di Francesco Guccini, Lucio Dalla, Paolo Conte, Violetta Zironi, che reinterpreta le note dei maestri jazz con chitarra e voce, il Late Sense Quartet per una serata di modern jazz, Nevruz, artista poliedrico conosciuto grazie alla partecipazione al talent-show X Factor, per finire con Doremifa Disegnare – Jazz ‘n’ Sketch, le colonne sonore dei più bei film d’animazione rivisitate in chiave jazz da Giulia Crespi, Gabriele Fava, Roberta Baldizzone, Giacomo Marzi e Oscar Abelli.
Partner tecnico è Insomnia Studios. Durante gli eventi la mostra Disco Emilia rimane aperta dalle 21 alle 23.

Poi ci sono gli appuntamenti organizzati dall’associazione di volontariato Millesoli Onlus. L’8 luglio nella chiesa di San Filippo Neri la giovanissima Agatha Bocedi si esibisce in una lezione-concerto utilizzando le sue arpe classica e celtica; il 9 luglio appuntamento nel teatro della scuola San Vincenzo per un viaggio nel tempo tra le pagine più belle del jazz, dal classic al bebop, al modern jazz e parallelamente dalle origini della bossa nova; il 29 luglio al palazzo dei Musei protagonista il giovane e talentuoso duo Agatha Bocedi e Andrea Coruzzi, arpa e fisarmonica.

L’offerta musicale di Restate contempla tutti i generi: all’elettronica dedica il festival Eleva, che nel suo calendario – nelle sedi dei Chiostri di San Pietro, dell’ex mangimificio Caffarri e del centro internazionale Loris Malaguzzi – inserisce anche workshop e arti visive. Musica, danza, installazioni e performance sono al centro degli incontri che si avvicendano nell’arco della settimana dal 10 al 17 settembre.

Danza
Un altro importante capitolo della programmazione di Restate è quello riservato alla danza. I cinquecenteschi Chiostri di San Pietro tornano ad essere la suggestiva e unica scenografia degli spettacoli a cura di Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto. La compagnia, eccellenza reggiana molto nota a livello internazionale, ospite al Piccolo di Milano nel mese di giugno, propone al suo pubblico alcune delle sue più recenti coreografie, capaci di mettere in luce la straordinaria versatilità e la cifra stilistica dei danzatori.

La rassegna inizia il 5 luglio (ore 21,30) con un’anteprima della nuova produzione tiportoVia, omaggio di Aterballetto alla via Emilia con le coreografie di Giuseppe Spota e Rain Dogs, con le coreografie di Johan Inger da poco vincitore del premio Benois per la danza. Il 7 luglio appuntamento con Don Chisciotte, con la partecipazione del Centro Teatrale MaMiMò in collaborazione con K-LAB e Compagnia MaMiMò. Il 12 luglio è la volta di Gala Aterballetto, alcune delle produzioni più coinvolgenti della Compagnia sotto le stelle dell’estate. Ingresso a pagamento. Info e prenotazioni: 0522 273011 e www.biglietteriaaterballetto.it.

Il Tango argentino è il protagonista indiscusso delle domeniche d’estate con la rassegna Restango: a cura di Barrio de Tango – Associazione cultori del tango argentino, il ballo – dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità – anima piazza Fontanesi per tre serate: 26 giugno, 24 luglio e 28 agosto. Intitolate Note e magie del tango argentino sotto le stelle, le serate prevedono due momenti: primi passi gratuiti a partire alle ore 21, esibizione dei maestri alle ore 22. Al termine, la serata proseguirà per tutti ballando.

Biblioteca Panizzi: poesia, letture e attività per i più piccoli
Per il terzo anno consecutivo nella consueta affascinante cornice della biblioteca  Panizzi torna la rassegna di poesia Vola Alta Parola. Incontri poetici a cura di Guido Monti. Nei primi quattro venerdì di luglio (ore 21.30) il cortile della biblioteca diventa luogo di incontro per alcuni tra i grandi poeti stranieri e italiani. Quest’anno infatti la rassegna, memore della partecipazione di uno dei più grandi poeti di lingua greca, Titos Patrikios, ospita due affermati esponenti della parola poetica europea: l’inglese Simone Armitage e il polacco Ryszard Krynicki. È proprio il poeta inglese ad aprire la rassegna il 1°luglio dialogando con Massimo Bocchiola, poeta e suo traduttore per la casa editrice Guanda. Il secondo appuntamento (8 luglio) ospita Gian Mario Villalta, direttore artistico di Pordenonelegge e il poeta Nino De Vita presentati da Roberto Galaverni. Il 15 luglio è la volta di un incontro corale: le poesie di Maurizio Cucchi e Ryszard Krynicki vengono introdotte e commentate da Alberto Bertoni e Francesca Fornari. Il 22 luglio infine Roberto Galaverni chiude la rassegna insieme ad una delle più amate poetesse italiane: Mariangela Gualtieri.

Un ulteriore appuntamento è rappresentato dalla presenza in Panizzi dei Mercoledì Rosa con la presentazione del libro Gelindo e Kalura: due amici alla ricerca di Dio o di chi per lui, fissato per il 6 luglio alle 21.30. Del romanzo, scritto da Miten Veniero Galvagni (Aiet Edizioni 2016) discuteranno lo scrittore e insegnante Giuseppe Caliceti ed il giornalista Nicola Fangareggi. Sarà presente l’autore.

Numerose anche le iniziative legate alla lettura: il cartellone di attività offre innumerevoli proposte anche in questo settore. Il programma di iniziative all’aperto dedicate ai più piccoli sia nella biblioteca Panizzi che nelle sue biblioteche decentrate comprende da giugno al 18 settembre, nei parchi della città, una quarantina di appuntamenti (laboratori, letture e animazioni, attraversati dai racconti ad alta voce), nati dalla stretta collaborazione con NatiperLeggere e NatiperlaMusica. Ma non basta: la biblioteca Panizzi, come ogni estate, propone nel cortile la rassegna dedicata ai bambini e alle famiglie Piccoli Incanti Notturni. Quattro appuntamenti, tutti i martedì alle 21.30, all’insegna delle storie e della musica nelle sere di luglio (5, 12, 19 e 26).

Nell’ambito del bando Eventi Restate 2016, l’associazione culturale 5T presenta una rassegna dedicata ai più piccoli, di teatro nei parchi, nelle piazze e nei cortili con diversi appuntamenti in programma dal 19 giugno al 10 agosto. Narrazione con oggetti, burattini tradizionali, giocoleria, marionette a filo, arti circensi: i bambini avranno davvero tante possibilità per divertirsi all’aria aperta.

Al centro Beppe Servillo

Al centro Peppe Servillo con Javier Girotto e Natalio Mangalavite

Cinema
Un nucleo portante di Restate 2015 è la settima arte che torna ad arricchire le serate estive con numerose proiezioni nell’Arena estiva ex Stalloni e in piazza Prampolini. Arci conferma la rassegna di cinema all’aperto, nell’arena estiva Ex Stalloni, dal 4 giugno al 5 settembre. Viene proposto, ad un prezzo contenuto, cinema di qualità; il meglio delle pellicole apparse nel corso dell’anno, dando spazio anche a ciò che si vede sempre di meno, senza dimenticare il cinema di divertimento, capace di fare pensare e contemporaneamente sognare (il programma è consultabile sul sito www.arcire.it).

A luglio si alza il sipario sul Cinema sotto le stelle in piazza Prampolini: sette appuntamenti gratuiti che propongono alcuni capolavori della storia del cinema (cinque in piazza Prampolini e due all’Arena Ex Stalloni di via Samarotto). Da anni il cinema in piazza Prampolini riesce a raccogliere ogni sera centinaia di spettatori. Quest’anno il Comune di Reggio Emilia ha deciso di omaggiare due registi – Mario Monicelli ed Ettore Scola – che negli anni passati hanno visitato la nostra città in occasione di retrospettive organizzate dall’Ufficio Cinema al Rosebud. Apre il ciclo Amici miei di Mario Monicelli, capolavoro della commedia all’italiana, seguito da Dramma della gelosia (Tutti i particolari in cronaca) di Ettore Scola, altro momento felice di quella importante stagione d’oro della nostra cinematografia.Di Monicelli anche L’Armata Brancaleone, di cui ricorre il cinquantesimo anniversario.

In piazza Prampolini ritroviamo  l’umorismo surreale dei fratelli Coen di The Big Lebowsky e l’intramontabile American Graffiti di G. Lucas. Gli appuntamenti gratuiti si spostano il 9 e il 16 agosto nell’Arena Estiva Ex Stalloni con Le vacanze di Monsieur Hulot di J. Tati, erede della tradizione comica del cinema muto, e il meraviglioso Un americano a Parigi di Vincente Minnelli nella versione restaurata, una vera gioia per occhi e orecchie (la colonna sonora di George Gershwin) che chiude la rassegna in grande stile. Entrambi i film saranno proposti in una potente versione 4k.

Torna anche quest’anno Accadde domani 2016: la rassegna dedicata al nuovo cinema italiano.  Ideata dall’Ufficio Cinema del Comune in collaborazione con Fice Emilia Romagna e Arci, la rassegna si propone come un’occasione per scoprire film che si sono fatti notare nel corso dell’anno cinematografico, ma che in alcuni casi hanno avuto una distribuzione difficile. Alcune proiezioni sono seguite dall’incontro con il regista.

In programmazione il film rivelazione Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti, opera prima che ha incassato quasi 5 milioni di euro aggiudicandosi 7 David di Donatello (6 luglio). Il cartellone si apre con La macchinazione di David Grieco (21 giugno); e poi, a seguire, I ricordi del fiume di Gianluca e Massimiliano De Serio (23 giugno), Un bacio di Ivan Cotroneo (24 giugno), Senza lasciare traccia di Gianclaudio Cappai (25 giugno), Pecore in erba di Alberto Caviglia (7 luglio), L’attesa di Piero Messina (8 luglio). Tra gli autori ospiti David Grieco e Ivan Cotroneo.

Musei
Si riaccendono le stelle sull’estate ai Musei Civici, anche quest’anno con un calendario ricco di appuntamenti. La rassegna Museo sotto le stelle è dedicata come consuetudine a tutti coloro, grandi e piccini, che hanno voglia di passare le serate estive perdendosi tra le galassie delle collezioni museali. Primo e attesissimo appuntamento è Buonanotte al Museo, anteprima delle iniziative estive dei Musei (25 giugno), rivolto a bambini dai 7 agli 11 anni che, al termine di laboratori e intriganti animazioni, potranno dormire nelle sale del museo per una notte… che sarà davvero da raccontare.

Le iniziative per i più piccoli continuano con le serate dedicate a laboratori (30 giugno, 7 luglio), film (29 giugno, 6 luglio, 3 agosto) e letture a cura dei volontari Nati per Leggere (20, 27 luglio). Evento d’eccezione il 2 e 3 luglio l’edizione “0” della Festa dei Musei che si terrà in tutta Italia sul tema “Musei e paesaggi culturali”: laboratori, visite guidate, conferenze animeranno il weekend, per raccontare il nostro patrimonio a grandi e piccini.

Anche la musica è protagonista di questa estate: tra i reperti archeologici del Chiostro dei marmi romani, quattro appuntamenti animano le serate di domenica.
Si parte il 26 giugno con il jazz dei Twins Quintet, per proseguire con il rock psichedelico dei Dumbo Gets Mad (3 luglio) preceduto dal dj set di Manu Delrio. Il 17 e il 24 luglio, in collaborazione con i Red Noise, si alternano sul palco Fragile (plays Steve Reich), King of the Opera, Permanent Fatal Error, Des Moines (plays Nick Drake) e Visioni Elettriche.

Si rinnova con Viking Connection: arrivano i Vichinghi!, l’ormai imperdibile appuntamento con il Cinema tra le rovine (30 giugno, 12, 21, 28 luglio), rassegna di film di argomento storico, ideata in collaborazione con l’Ufficio Cinema e giunta alla XVII edizione. Dopo il grande successo dell’anno scorso, a grande richiesta, vengono riproposte le Notti romanae, visite guidate alla Reggio romana in 3D (2, 9, 16, 23, 30 luglio, 6, 13, 20, 27 agosto), un vero e proprio viaggio virtuale nei quartieri di Regium Lepidi accompagnati da giovani archeologi. Una serie di visite guidate accompagneranno i visitatori alla scoperta delle collezioni museali meno conosciute: il Museo della Ghiara e i suoi preziosi gioielli (1 luglio), i fatti e personaggi che hanno portato alla nascita del Tricolore (8 luglio), i segreti intrecci che legano la collezione di costumi della Galleria Parmeggiani ai quadri di Escosura (15 luglio), l’inesplorato complesso del San Lazzaro coi suoi padiglioni storici (22 luglio) e il misterioso mondo etrusco attraverso le parole di una sua principessa (29 luglio).

Teatro
Molti sono anche i momenti dedicati al teatro della rassegna Parole sotto le stelle: incontri e spettacoli animano il Chiostro dei marmi del Palazzo dei Musei (1, 7, 14 luglio) e il Mauriziano, il cui parco sarà evocativa cornice alle parole del “Furioso” (25, 26 giugno). Percorsi di orrore al piano primo di Palazzo dei Musei animeranno, con elementi e suggestioni gotiche, letture poetiche a cura de Il Fortunale, Compagnia Nazionale Romantica e Gotica (13 luglio). Durante l’estate, infine, continuano i laboratori dedicati ai ragazzi in collaborazione con l’associazione culturale “A Regola d’Arte”.

Il teatro civile sarà protagonista il 7 luglio nel Palazzo dei Musei di Reggio Emilia con uno spettacolo dedicato a Sandro Pertini, Gli uomini per essere liberi. Sandro Pertini, il Presidente di Gianni Furlani. La sua pipa, le sue mani alzate in segno di vittoria ai mondiali di Spagna del 1982, le fotografie con Papa Giovanni Paolo II… Ma chi era quest’uomo che ha attraversato quasi tutto il secolo scorso da protagonista? Lo spettacolo  oltre a raccontare Pertini, parla della nostra nazione, di personaggi, di fatti, di episodi del nostro recente passato, tra cui il 7 luglio del 1960.

Imponente il capitolo dedicato al teatro: l’estate reggiana è ricca di appuntamenti, alcuni dei quali – la commedia dell’arte, la rassegna Etoile, il festival Dinamico – sono realizzati con il contributo del Comune nell’ambito del bando eventi Restate 2016.

Torna al Teatro Cavallerizza lo Stage internazionale di Commedia dell’Arte, a cura di ArscomicA, appuntamento di spicco che porta con sé artisti da tutto il mondo e rappresenta una eccellenza reggiana. Dal 25 luglio all’11 agosto da non perdere i canovacci aperti al pubblico e il 18 agosto lo spettacolo finale degli allievi dello stage. Sempre alla Cavallerizza il 28 luglio è in programma lo spettacolo Peste e Corna con Antonio Fava e Annina Gieré. ArscomicA cura anche due serate al parco Santa Maria: il 23 giugno per la notte di San Giovanni e il 7 luglio con Questa non è una rapina per la regia di Antonio Fava.

Un’altra interessante rassegna è quella curata da Etoile, centro teatrale europeo, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia: intitolata Via Emilia. Via delle arti e della creatività giovanile, ha la direzione artistica di Daniele Franci. Quattro appuntamenti, il 2, 3, 13 e 17 luglio, tra fotografia, musica e arte, tutti nel Borgo delle Querce in via fratelli Cervi a Pieve Modolena.

Sempre per ragazzi, ma non solo, chiude l’estate l’appuntamento annuale con il circo contemporaneo e il teatro di strada, la poesia e le acrobazie, il lambrusco e la magia: dall’8 all’11 settembre torna ai Giardini Pubblici il Dinamico Festival, con equilibristi, acrobati, attori e artisti di strada provenienti da tutta Europa. Accanto agli spettacoli c’è la volontà di raccontare l’approccio “dinamico” alle persone, alla terra e alle relazioni. Per questo oltre al programma artistico il Dinamico propone una selezione enogastronomica di prodotti biodinamici coltivati sulle colline reggiane: piadine a km zero, biopizza, birre artigianali, gnocco fritto, erbazzone e insalata di farro. Tutto Made in Reggio Emilia.

Gattatico ospita il Festival di Resistenza nel parco del museo Cervi: sette serate che, dal 7 al 25 luglio, portano in scena da tutta Italia altrettanti spettacoli di teatro civile, che dalla Resistenza e dai suoi valori prendono spunto per guardare alle Resistenze di oggi e alle grandi questioni che interessano la vita collettiva. Il 25 luglio in occasione della Festa della Storica Pastasciutta verrà comunicato lo spettacolo vincitore della 15esima edizione del festival.

Fotografia
Dedicata a “La via Emilia. Strade, viaggi, confini”, forte dei notevoli consensi che sta riscuotendo, Fotografia Europea attende i visitatori per tutto il periodo estivo con tante mostre nei luoghi e nei palazzi più belli della città, aperte fino al 10 luglio. Come di consueto, nel fine settimana le esposizioni sono affiancate da tante iniziative: il 18 giugno ai Chiostri di San Pietro l’artista Bettina Lockemann dialoga con Walter Guadagnini prima della visita guidata alle mostre di Palazzo da Mosto, il 25 giugno sempre ai Chiostri di san Pietro si svolge una visita guidata con Elio Grazioli  alla mostra 2016. Nuove esplorazioni, il 25 e 26 giugno si tiene un workshop organizzato da Arianna Arcara e Luca Santese del collettivo Cesura, mentre il 3 luglio l’associazione culturale Moca anima i Chiostri di San Pietro con improvvisazioni musicali nelle sedi di mostra. Doppio appuntamento per il weekend finale: l’8 luglio l’istituto musicale A. Peri – C. Merulo si esibisce ai chiostri di San Pietro in concerto sulle musiche di L. van Beethoven, mentre sabato 9 luglio sempre ai chiostri di San Pietro la compagnia Aterballetto propone a tutti i visitatori un breve estratto della coreografia tiportoVia, realizzata in occasione di questa edizione del festival.

Reggio a mezzanotte
Dopo l’esperienza positiva dello scorso anno, la casa editrice Antiche Porte ripropone Reggio a Mezzanotte, un viaggio alla scoperta della storia e dei misteri di alcuni luoghi della città, immersi nell’atmosfera delle notti estive. Il 7 luglio si inizia con il racconto di Alberto Cenci della piazza d’Armi e dell’antica cittadella nella Reggio estense. Il 14 luglio piazza Prampolini, San Prospero e il Broletto sono protagonisti di alcune riflessioni dell’architetto Mauro Severi sulle chiese, le piazze e la prospettiva. Il 19 luglio  il direttore della Biblioteca Panizzi Giordano Gasparini affronta “Il Drago e San Giorgio a Reggio: la compagnia di Gesù e la città”. Per informazioni tel. 0522433326, info@anticheporte.it

Più informazioni su