Dimora d’Abramo, Codeluppi confermato presidente

Lo affianca alla vicepresidenza Laura Prandi. I richiedenti asilo e rifugiati tra i protagonisti dell'"Open Day Orti di Montenero in programma sabato 11 giugno"

REGGIO EMILIA – Luigi Codeluppi è stato confermato alla presidenza della cooperativa Dimora d’Abramo, la cooperativa sociale che, tra l’altro, gestisce i progetti Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) del Comune di Reggio Emilia e Cas (Centro di accoglienza straordinaria) della prefettura di Reggio Emilia ed ha in programma investimenti per oltre un milione di euro in nuove strutture e servizi per sostenere le famiglie reggiane in maggiore difficoltà e i profughi.

Codeluppi è affiancato alla vicepresidenza da Laura Prandi; del Consiglio di amministrazione fanno inoltre parte Marco Aicardi, Manuela Girardi e Ilaria Nasciuti.

La cooperativa sociale di via Normandia sarà tra l’altro protagonista, sabato 11 giugno, dell'”Open Day Orti Montenero”, che tra i promotori vede anche il Centro Sociale Orti Montenero, Controvisivo e la cooperativa sociale L’Ovile. Nell’ambito della manifestazione, che si aprirà con una “geoesplorazione” del quartiere Santa Croce (inizio alle 15,30 in via Montenero), saranno esposti disegni realizzati dai richiedenti asilo e rifugiati rientranti nei progetti Sprar e Cas, che proporranno anche momenti di musica dal vivo e un buffet di “sapori dal mondo”.