Quantcast

Coviolo ora è wireless: inaugurata la banda larga

L'infrastruttura era prevista dall'accordo di cittadinanza di Coviolo-Rivalta-San Rigo firmato lo scorso dicembre

REGGIO EMILIA – E’ stata inaugurata ieri mattina ‘Coviolo Wireless’, l’infrastruttura wireless di comunicazione a banda larga per i cittadini di Villa Coviolo, frazione a sud-ovest di Reggio Emilia, prevista dall’Accordo di cittadinanza di Coviolo-Rivalta-San Rigo firmato lo scorso dicembre.

La banda larga a Coviolo è stata ottenuta grazie al forte spirito di partecipazione e alla sapiente intraprendenza del comitato di cittadini Coviolo in Festa (circa 200 associati), che da anni anima la vita della comunità di Villa Coviolo (circa 2.700 abitanti), ed alla collaborazione del Comune di Reggio Emilia, che fra l’altro ha dotato la frazione di un Centro polifunzionale in via Fratelli Rosselli. Decisivo, nella realizzazione del progetto, anche l’intervento della Regione Emilia-Romagna, attraverso la società in house Lepida spa.

L’attivazione della wireless a Villa Coviolo – progetto del programma ‘Qua_Il quartiere bene comune’ dell’Amministrazione comunale – permette il superamento del digital divide su scala di quartiere, offrendo un accesso della rete internet da parte dei cittadini aderenti (tipo adsl) con costi contenuti.

La presenza di una rete informatica a banda larga di quartiere permette inoltre l’integrazione dell’infrastruttura con lo sviluppo di nuovi sistemi di sicurezza cittadina, come la video sorveglianza. Il Gas (Gruppo acquisto solidale) delle telecomunicazioni rende possibile la condivisione delle risorse e il miglioramento dell’efficienza informatica.

Si può avere in sostanza un servizio Wifi su tutta la frazione di Coviolo, con una stazione radio-base che diffonde il segnale con una modalità ‘a stella’, ripetitori di segnale e punti di ricezione capillari (praticamente casa per casa). A Coviolo, dunque, una soluzione di comunità a quella che era una lacuna per la comunità e un rafforzamento ulteriore della Città pubblica, con una aumentata dotazione dei Beni comuni.

Valeria Montanari, assessore ad Agenda digitale, Partecipazione e Cura dei quartieri del Comune di Reggio Emilia ha ripercorso le tappe di progettazione e realizzazione di  Coviolo Wireless e lo ha definito “a tutti gli effetti un progetto di ‘Wifi di comunità’, per la maniera in cui è stato pensato, proposto e realizzato. E questo è il valore aggiunto, che si unisce alla creazione di un servizio necessario e fortemente richiesto dai cittadini. E’ un bel caso di innovazione sociale, oltre che tecnologica diffusa”.

Montanari ha evidenziato inoltre il sostengo della Regione e di Lepida, “sempre vicine al Comune e alla comunità di Coviolo nel percorso di realizzazione della wireless” e ha ricordato che “questo è uno dei 29 progetti ‘Qua’, previsti nei primi quattro Accordi di cittadinanza formalizzati, definiti e attuati o in fase di attuazione”.