Caso Buonanno, la Lega vuole querelare De Lucia

Nel frattempo il consigliere comunale Pd è andato in questura per denunciare le minacce ricevute da esponenti del Carroccio su Facebook

REGGIO EMILIA – Potrebbe finire in un’aula di Tribunale la querelle tra la Lega nord di Reggio Emilia e il consigliere comunale Pd Dario De Lucia, originata dal post di quest’ultimo su Facebook per commentare la morte dell’europarlamentare leghista Gianluca Buonanno. Il commissario provinciale della Lega nord, Matteo Melato, e il segretario regionale, Gianluca Vinci, annunciano infatti una querela nei confronti del dem che, a sua volta, per le minacce ricevute sui social network da esponenti del Carroccio, si e’ presentato questa mattina in Questura segnalando la vicenda alla Digos.

Tutto dunque e’ partito dal post di De Lucia che recitava: “È morto l’europarlamentare leghista xenofobo, razzista e guerrafondaio Gianluca Buonanno. Condoglianze alla famiglia per il lutto della persona. A livello politico lo ricorderemo per le offese ai migranti e ai gay, la pistola in diretta e tanto altro peggio”. Parole che, rimbalzate sui social, hanno provocato l’ira di molti militanti leghisti contro il consigliere dem.

Cosi’ De Lucia, invitato per le sue dichiarazioni dalla Lega nord a scuse formali, le aveva pretese a sua volta dal partito, incassando pero’ oggi un secco rifiuto. “Come segreteria di Reggio Emilia e regionale Emilia non dobbiamo fornire alcuna scusa in quanto, come commissario provinciale e consigliere comunale, non abbiamo mai espresso pareri o giudizi lesivi della persona o dei famigliari del consigliere De Lucia”, commentano Vinci e Melato.

“Piu’ volte – sottolineano – abbiamo rimarcato che l’unica cosa che serviva era il silenzio invece, questo soggetto, da provocatore ora vuole passare da vittima, utilizzando i messaggi che gli sono arrivati, riguardo i quali la segretaria non c’entra nulla e dei quali i diretti interessati se ne assumeranno la responsabilita’”.

Il “consigliere De Lucia – insomma – ha avuto la sua giornata di notorieta’ locale utilizzando la morte di un esponente leghista ma noi non inseguiremo piu’ questo soggetto nella sua attivita’ politica. Siamo pronti, pero’, a querelare il consigliere De Lucia come Lega Nord Emilia per tutelare l’immagine del compianto Buonanno e di tutto il movimento davanti ai suoi strumentali attacchi”.

De Lucia invece parla di “analfabetismo funzionale” nell’interpretare le sue parole specificando che questo “non giustifica le minacce e non sono metodi di dialettica politica sana che dobbiamo accettare”. L’esponente del Pd conclude affermando: “Sono pronto a perdonare i militanti padani che hanno minacciato e offeso me e la mia famiglia ma chiedo con forza alla segreteria della Lega Nord di Reggio Emilia di prendere le distanze da questi toni e di scusarsi a nome dei propri compagni di partito”.