Baiso e Toano, alberi e pali della luce caduti per il vento

Un albero rovinato a terra ha interrotto questa mattina la circolazione sulla strada provinciale 486 in via Carnione, mentre a Cavola una quercia si è abbattuta sul tetto di una casa provocando danni per 5mila euro

REGGIO EMILIA – Carabinieri e vigili del fuoco sono mobilitati da questa notte e dalle prime luci del giorno per interventi relativi a piante e pali della luce caduti a causa del forte vento a Toano e a Baiso.

II primo intervento alle 3,40 quando i militari di Baiso sono intervenuti sulla strada provinciale 486 nel tratto denominato via Carnione dove, all’altezza dell’incrocio con via Poggio del Bue, a causa delle forti raffiche di vento, un albero era caduto sulla carreggiata interessando anche il lampione dell’illuminazione pubblica, causando l’interruzione della circolazione stradale.

Sul posto è intervenuta anche una squadra dei vigili del fuoco di Castelnovo ne’ Monti che ha liberato la carreggiata, mettendo in sicurezza l’area interessata. Poco dopo le 5 ha potuto riprendere la circolazione stradale.

Alle prime ore del mattino i carabinieri di Toano sono poi intervenuti in Via Pusignolo della frazione Cavola di Toano dove, a causa del forte vento, una quercia secolare si è abbattuta sul tetto dell’abitazione di una 70enne del luogo causando danni al tetto quantificati in oltre 5.000 euro. La casa è stata dichiarata agibile dai vigili del fuoco intervenuti anche in questa circostanza.

La quercia caduta sul tetto della casa a Cavola

La quercia caduta sul tetto della casa a Cavola