Scontro in Consiglio sulla commissione annullata

Non è stato ammesso al dibattito un testo delle minoranze per chiarire cosa era successo

REGGIO EMILIA – Nuovo strappo in Comune a Reggio tra le opposizioni e il Pd sul “giallo” della commissione “sconvocata” dello scorso 18 maggio. Con una mail non autorizzata e utilizzando a sua insaputa la firma della presidente di commissione Alessandra Guatteri del Movimento 5 stelle, era stata annullata infatti la riunione della commissione dedicata all’esame del nuovo regolamento della Polizia municipale.

Argomento che, a fronte delle rimostranze delle opposizioni, era stato poi affrontato congiuntamente da due commissioni. Il chiarimento previsto lunedi’ in Consiglio non e’ tuttavia arrivato. Non e’ infatti stato ammesso alla discussione un documento urgente presentato dai consiglieri di opposizione che chiedeva all’amministrazione spiegazioni sull’accaduto.

“Abbiamo esposto le ragioni di urgenza, ma il Pd con l’intervento del capogruppo Andrea Capelli ha bocciato l’urgenza, dichiarando che i chiarimenti sarebbero stati dati in conferenza dei capigruppo e in commissione”, lamenta il civico Cesare Bellentani. “In realta’ Capelli ben sa che non e’ stata fatta chiarezza sui fatti accaduti che gettano ombre e grandi preoccupazioni sull’istituzione, che meriterebbe davvero di essere un palazzo di vetro”.

Insomma, conclude il consigliere, “stiamo entrando in una fase in cui si vuole fare tacere l’opposizione, ma non lo accettiamo. Continueremo a batterci per la trasparenza”. Il capogruppo di Forza Italia Giuseppe Pagliani, ha invece annunciato che, in mancanza di un chiarimento, valutera’ una denuncia alla magistratura.