Quantcast

Montecchio, nei guai banda di giovani spacciatori

Dopo il lancio dei coltelli contro le panchine i carabinieri scoprono e stroncano giro di droga che coinvolgeva anche minori: un arresto e tre denunce

MONTECCHIO (Reggio Emilia) – I carabinieri di Montecchio hanno perquisito giovedì mattina le case di alcuni ragazzini che erano saliti alla ribalta delle cronache perché trascorrevano i pomeriggi a lanciare i coltelli contro le panchine del parco Enza frequentatissimo da mamme e bambini costretti ad assistere impotenti a uno spettacolo a dir poco pericoloso.

A casa loro hanno trovato oltre 2 etti di hascisc e una dozzina di piante di marijuana. In seguito all’attività sono stati arrestati un 25enne di Bibbiano e denunciati due 18enni di Montecchio e un 17enne residente sempre nel reggiano. Per tutti l’accusa è di concorso in detenzione ai fini di spaccio si sostanze stupefacenti.

Secondo i carabinieri i quattro facevano parte di uno stesso “giro” motivo per cui del concorso nell’illecita attività di spaccio portata alla luce dai carabinieri. Le indagini non sono comunque concluse in quanto ora i militari di Montecchio Emilia intendono ricostruire l’intera rete dello spaccio che stando alle prime risultanze coinvolgeva altri giovani in età scolare e abbracciava l’intero bacino della val d’Enza.