Imprenditori in visita a Polo Meccatronica di Rovereto

Lavoreranno insieme per creare una sinergia nel campo della ricerca e delle nuove imprese

REGGIO EMILIA – Nei giorni scorsi una delegazione di imprese del Club Meccatronica, guidate dal presidente Maurizio Brevini e dal vicepresidente di Unindustria Reggio Emilia, delegato a Ricerca e Innovazione, Giannicola Albarelli, si è recata in visita al Polo della Meccatronica di Rovereto (Trento).

Un luogo fisico (13mila metri quadri produttivi e 4.000 di ufficio) ubicato in un ex stabilimento della Pirelli dove imprese, startup innovative, studenti e ricercatori lavorano insieme per favorire il trasferimento tecnologico e tradurre la sperimentazione di nuove tecnologie nello sviluppo di soluzioni e applicazioni concrete.

Nel corso della visita la delegazione reggiana ha incontrato i responsabili e conosciuto le realtà ospitate negli spazi del Polo, in particolare i laboratori delle aziende meccatroniche (tra cui Bonfiglioli, Ducati Energia, Dana, ecc.) già insediate, l’acceleratore di hardware startup “Industrio” e il Centro di Formazione professionale “Veronesi”.

Nel pomeriggio gli imprenditori reggiani si sono spostati a Trento in visita ai laboratori del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università, dove ha incontrato i ricercatori di ingegneria meccatronica e i laboratori della Fondazione Bruno Kessler con particolare riferimento ai laboratori di ricerca sui materiali e i microsistemi (sensori e MEMS).

“Dopo la visita e l’accordo di collaborazione che abbiamo stipulato con il polo meccatronica di Torino Mesap, ci siamo confrontati con questa importante realtà nel settore della meccatronica, scambiandoci le nostre esperienze. Riteniamo infatti che sia utile per le aziende della meccatronica reggiana stringere rapporti di collaborazione con il Polo di Rovereto, lungo l’asse del Brennero”, ha affermato Brevini.