Il Sassuolo batte il Verona e scavalca il Milan

Con un gol al 58' di Pellegrini: ora è al sesto posto, a 180 minuti dalla fine del campionato, il che vuol dire Europa league

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Il Sassuolo batte il Verona per uno a zero con un gol al 58′ di Pellegrini e scavalca il Milan di un punto trovandosi così al sesto posto, a 180 minuti dalla fine del campionato, il che vuol dire Europa league per i neroverdi.

Il Verona parte dettando lui i ritmi della gara. Percussione di Pisano al 5’ con un destro secco che sibila alla destra di Consigli. I padroni di casa soffrono sulla destra con Albertazzi e Siligardi che mettono in difficoltà Vrsaljko e Berardi e con Ionita prezioso a fare la spola tra centrocampo e attacco. Al 16’ Consigli devia in corner un tiro ravvicinato di Wszolek, dopo un liscio da brividi di Longhi.

La ripresa si apre sempre con il Verona all’arrembaggio: dopo 50 secondi Ionita ruba palla a Magnanelli e il moldavo scalda le mani di Consigli con un tiro forte ma centrale dai 20 metri. Ma il Sassuolo al 13’ segna. Azione di sfondamento di Duncan, rimpallo che arriva nei piedi di Pellegrini, svelto a calciare in porta. Il tiro colpisce la gamba del greco Moras e spiazza completamente Gollini. Un1-0 immeritato, ma il calcio è fatto così.

Delneri si gioca la carta Toni (applauditissimo), ma è Falcinelli a gettare alle ortiche la palla del raddoppio su invito del sempre diligente Duncan. Il Sassuolo ora trova più spazi per le ripartenze e Berardi al 26’ sfiora il gran gol con un sinistro di prima intenzione dal limite. Il Verona perde brillantezza col passare dei minuti, anche se Rebic al 33’ s’invola verso la porta di Consigli, prima di sprecare con un tocco maldestro.

IL TABELLINO

SASSUOLO-VERONA 1-0

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Longhi (70’ Gazzola); Pellegrini, Magnanelli, Duncan; Berardi (74’ Politano), Falcinelli (84’ Missiroli), Sansone. Allenatore: Eusebio Di Francesco

Verona (4-2-3-1): Gollini; Pisano, Bianchetti, Moras, Albertazzi (76’ Romulo); Viviani, Greco (67’ Rebic); Wszolek, Ionita, Siligardi; Juanito Gomez (62’ Toni). Allenatore: Luigi Delneri

Arbitro: Claudio Gavillucci di Latina

Gol: Pellegrini 58’

Ammoniti: Albertazzi

Più informazioni su