Greslab, fatturato e occupazione in crescita

La coop, uno dei primi esempi di workers buy out italiani, dai 30 soci lavoratori iniziali è arrivata a 68 occupati

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Continua la straordinaria avventura della cooperativa Greslab di Scandiano, nata nel 2011 da un gruppo di lavoratori che hanno rilevato una ceramica in crisi per salvare il loro posto di lavoro. Quello della Greslab è stato uno dei primi esempi di workers buy out italiani, realizzato grazie al coraggio e all’impegno dei lavoratori, che hanno scelto la forma cooperativa per continuare a lavorare, e al supporto di Legacoop e dei suoi strumenti finanziari, che hanno creduto fin da subito in questo progetto cooperativo. L’esperienza di Greslab è tra le più significati d’Italia, testimoniata dall’attenzione che alla cooperativa di Scandiano hanno rivolto le principali testate italiane.

Una ulteriore conferma della scelta vincente dei soci di Greslab è arrivata con l’Assemblea della cooperativa che si è svolta nei giorni scorsi a Scandiano. Il bilancio 2015, illustrato dal presidente della cooperativa Antonio Caselli e dal vicepresidente Graziano Fantozzi, è la testimonianza dei risultati raggiunti in pochi anni da Greslab, che opera in un settore, quello della ceramica, tutt’altro che facile.

Il fatturato, in costante aumento dalla nascita della cooperativa, nel 2015 ha superato i 16,5 milioni di euro, con le vendite e l’occupazione in aumento e con un utile molto significativo. Dai 30 soci lavoratori iniziali si è arrivati a 68 occupati, di cui 49 soci lavoratori.

Tutti gli indicatori economici della cooperativa sono ottimi, a dimostrazione che la cooperativa, pur partita da una difficile situazione, ha fatto scelte imprenditoriali giuste e lungimiranti. “Greslab – spiega il presidente Caselli – ha puntato molto sull’innovazione, sull’introduzione di nuove tecnologie, sulla diversificazione del prodotto e sull’ampliamento della clientela, con attente scelte commerciali”.

La soddisfazione dei soci presenti all’Assemblea era palpabile. Per suggellare i successi della cooperativa hanno partecipato all’Assemblea il vicesindaco di Scandiano Matteo Nasciuti e i vertici di Legacoop, con il presidente regionale Giovanni Monti, il presidente di Legacoop Emilia Ovest Andrea Volta, accompagnato da Daniela Cervi e Matteo Pellegrini che fin dall’inizio di questa avventura hanno supportato la cooperativa, e il responsabile del settore manifatturieo dell’Ancpl-Legacoop, Maurizio De Santis.

E’ intervenuto all’Assemblea anche Camillo De Berardinis, amministratore delegato di Cfi, Cooperazione Finanza Impresa, società cooperativa promossa dalle organizzazioni cooperative con il Ministero dello Sviluppo Economico per la promozione delle imprese cooperative di produzione e lavoro.