E’ morto Piergiulio Menozzi, una vita per il Sigma

E' spirato ieri all'età di 73 anni l'ex direttore amministrativo e presidente nazionale del gruppo Realco. Domani mattina i funerali

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – E’ morto ieri, all’età di 73 anni, Piergiulio Menozzi, ex direttore amministrativo e presidente nazionale di Realco Sigma, uno dei protagonisti della vita della storica cooperativa tra dettaglianti, fondata nel 1959. Menozzi lascia la moglie Livia e i figli Paolo e Chiara. Il funerale si terrà martedì alle 9 con partenza dalle camere ardenti dell’Arcispedale Santa Maria Nuova per la chiesa parrocchiale di S. Giuseppe dove verrà celebrata la messa. Poi si proseguirà per il cimitero di Coviolo nuovo per l’inumazione.

Piergiulio Menozzi entrò in Realco nel 1972, e in breve tempo venne nominato direttore amministrativo. “Il suo contributo alla crescita della Realco – sottolinea il presidente della cooperativa, Alessandro Moretti – è stato fondamentale, perchè alle grandi competenze professionali ha sempre associato una straordinaria passione nella promozione di una cooperazione autentica fra imprese e persone”.

Furono proprio queste caratteristiche che lo resero uno dei grandi protagonisti della nascita della società e dell’insegna nazionale Sigma, capace di catalizzare su di se l’interesse di centinaia di gruppi d’acquisto tra dettaglianti in tutto il territorio nazionale. “Uomo di dialogo, schivo e capace di grandi visioni – prosegue il ricordo di Moretti – nel 1980 divenne presidente di Sigma nazionale, che sotto la sua guida avviò straordinari processi di confronto e integrazione con altre realtà del mondo cooperativo rappresentato da Confcooperative per rafforzare la capacità competitiva del nostro sistema sia nel momento degli acquisti che nelle strategie di vendita, segnato da un lavoro molto intenso, ad esempio, sulla gamma dei prodotti a marchio della catena”.

Menozzi – che è stato anche componente il Consiglio generale della Fondazione Pietro Manodori – lasciò la presidenza nazionale nel 1995 per dedicarsi ancor più intensamente a Realco, che nel frattempo aveva avviato nuovi processi di espansione anche in province limitrofe a Reggio Emilia e in altre regioni (Liguria e Toscana fra queste).

“Fino al 2006 – ricorda Alessandro Moretti – ha ricoperto l’incarico di amministratore delegato del nostro gruppo d’acquisto (che nel frattempo aveva raggiunto i 280 milioni di fatturato partendo dal miliardo di lire che segnò il bilancio dell’anno in cui Menozzi entrò in Realco Sigma), al quale si è dedicato senza riserve per 34 anni”.

“Di lui, unendoci commossi alla moglie Livia, ai figli Paolo e Chiara – conclude il presidente di Realco Sigma – resta il ricordo straordinarie competenze professionali, e soprattutto della grande umanità e della sobrietà con la quale ha saputo metterle in campo senza ricercare mai una visibilità personale, ma mettendole davvero al servizio dei soci e del Gruppo”.

Il ricordo di Confcooperative
“Piergiulio Menozzi è stato tra gli artefici di una delle più intense stagioni di sviluppo della cooperazione nel mondo della distribuzione, e con il suo equilibrio, le sue capacità e le sue intuizioni ha contribuito alla realizzazione di alcuni dei più grandi progetti che il sistema cooperativo è riuscito a mettere in campo nei lunghi anni che lo hanno visto al lavoro in posizioni di grande responsabilità”.
Così Confcooperative ricorda Piergiulio Menozzi, uno dei grandi artefici della storia della Realco-Sigma, leader di settore all’interno del sistema Confcooperative, scomparso domenica all’età di 73 anni.

“Menozzi – sottolinea Confcooperative – lascia il ricordo di un impegno rigoroso e straordinario a tutela e promozione dei valori che connotano l’esperienza cooperativa, di cui è stato uno dei grandi promotori sia a livello locale che nazionale”. Alla famiglia, ai soci, ai dirigenti e ai dipendenti di Realco-Sigma – conclude la centrale cooperativa – siamo vicini con affetto e commozione”.

Più informazioni su