Correggio, arnesi da scasso sotto materasso: espulso

Secondo i carabinieri il trentenne albanese potrebbe essere il ladro seriale che nelle ultime settimane ha preso di mira i negozi del centro

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Un albanese trentenne clandestino, con precedenti per reati contro il patrimonio, è stato denunciato e rimpatriato dopo che lunedì pomeriggio, nella sede dismessa del Motti in via Circondaria a Correggio, dove dormiva, sono stati trovati strumenti atti allo scasso nascosti sotto il suo materasso (cacciaviti di tutti i tipi e dimensioni, pinze, chiavi alterate e tenaglie).

I carabinieri pensano che usasse la sede in disuso dell’istituto scolastico come base per le incursioni notturne ai danni di una decina di negozi e bar del centro abitato di Correggio. Alla denuncia, come si diceva, è seguito il rimpatrio. Il prefetto di Reggio Emilia, infatti, accogliendo le richieste avanzate a carico dell’albanese clandestino e senza fissa dimora ha emesso nei suoi confronti il decreto di immediata espulsione dal territorio nazionale.