Quantcast

Castelnovo Monti, due agricoltori denunciati

Per appropriazione indebita e ricettazione: sequestrata merce per migliaia di euro

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) – Un 36enne e un 60enne di Castelnovo Monti sono stati denunciati rispettivamente, per appropriazione indebita e ricettazione, dai carabinieri della stazione locale. I fatti risalgono al maggio dell’anno scorso quando un cittadino di Vetto, che voleva vendere le sue macchine agricole, è stato truffato perché, in seguito alla compravendita, aveva ricevuto come pagamento un assegno a vuoto dell’importo di 8.540 euro.

Per questa truffa i militari, una volta ultimate le verifiche, avevano denunciato lo scandianese 39enne già noto per i suoi trascorsi giudiziari. Le indagini, comunque, non si erano fermate all’accertamento della sola truffa in quanto i mezzi agricoli, un “giro ranghinatore” e un “girello spandifieno”, non erano stati trovati. Ieri la svolta.

I carabinieri hanno trovato i due attrezzi agricoli nella disponibilità di due agricoltori di Castelnovo Monti. Le indagini, in particolare, hanno potuto accertare come i mezzi fossero stati acquistati prima da un coltivatore diretto 60enne, abitante a Castelnovo ne’ Monti, il quale successivamente ne aveva “barattato” uno, il “giro ranghinatore” il cui valore commerciale si aggira attorno ai 2.000 euro, in cambio di una fornitura di rotoballe di fieno, con un operaio 36enne sempre del luogo.

Una volta trovata la merce, posta sotto sequestro probatorio ed affidata al legittimo proprietario, i carabinieri hanno proceduto a denunciare il 39enne e il 60enne.