Street food, torna a Reggio il festival dei golosi

L’appuntamento è per venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 in viale 4 Novembre, di fronte alla stazione Fs (per poi tornare in città il 26, 27, 28 agosto). Le tappe a Correggio e Scandiano

REGGIO EMILIA – Torna la seconda edizione di ‘In Food We Truck’, lo Street Food Festival itinerante, organizzato dai reggiani Stefano Tedeschi e Gianni Boschini, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, che partirà proprio da Reggio Emilia, il cuore della food valley. L’appuntamento reggiano, fissato per venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 in viale 4 Novembre, di fronte alla stazione Fs (per poi tornare in città il 26, 27, 28 agosto), darà inizio a un roadshow di 14 tappe che trasporteranno esperienze di gusto in tutto il nord Italia: Verona (6-7-8 maggio), Forlì (27-28-29 maggio), Bergamo (10-11-12 giugno), Trieste (17-18-19 giugno), Bardolino del Garda – Verona (8-9-10 luglio), Iseo (15-16-17 luglio), Lignano Sabbiadoro (29-30-31 luglio), Reggio Emilia #2 (26-27-28 agosto), Scandiano (9-10-11 settembre), Correggio (16-17-18 settembre), Verona (23-24-25 settembre), Mantova (30 settembre – 1-2 ottobre), Pordenone (7-8-9 ottobre).

Dopo il successo del 2015, questa manifestazione gastronomica porta a Reggio Emilia e in altre città selezionati cibi di strada, proposti da tanti food trucker provenienti da diverse regioni italiane e non solo. Ogni tappa permetterà al pubblico di incontrare diverse cucine e tanti food truck in una varietà gastronomica capace di soddisfare anche i gusti più ‘esigenti’. Non solo un puro e semplice ‘mangiare cibo in strada’, ma un assaporare la genuinità e l’originalità di veri chef di strada.

In Food We Truck nasce dalla passione e dall’impegno di Gianni (detto anche ‘Lo Zio’) e Stefano che, dopo molte avventure in giro per il mondo come food trucker, hanno deciso di ideare un grande evento di aggregazione: molto più del semplice nutrirsi per strada, ‘In Food We Truck’ è emozione, storie, tradizioni e invenzioni.

Alla presentazione del festival hanno partecipato Natalia Maramotti, assessora a Commercio e attività produttive del Comune di Reggio Emilia, Stefano Tedeschi e Gianni Boschini, organizzatori dell’iniziativa ‘In Food We Truck’, e Dario Domenichini, presidente di Confesercenti di Reggio Emilia. “In Food We Truck, again. Proponiamo ancora il festival del cibo di strada, dopo che l’anno scorso hanno partecipato tantissimi cittadini — ha detto l’assessora Maramotti  durante la conferenza stampa — perché riqualificare l’area della stazione, e parlare di sicurezza urbana, significa anche favorire le relazioni, portare socialità e momenti di aggregazione, oltre, naturalmente, al lavoro di competenza delle Forze dell’ordine.

“L’Amministrazione comunale favorisce, con queste attività, che sono attività di rigenerazione sociale e degli spazi pubblici, anche la valorizzazione degli immobili del luogo, con conseguenze positive per i residenti che vi vivono tutti i giorni. Ringraziamo quindi gli organizzatori, Confesercenti, il Comitato di viale IV Novembre, ma anche gli amministratori dei condomini, che hanno reso possibile lo svolgersi del festival su questi controviali”.

Tedeschi e Boschini hanno parlato dell’organizzazione del festival: “Durante i nostri viaggi all’estero — ha raccontato Tedeschi — quello che ci ha sempre colpito sono i modi diversi di presentazione del cibo, e con questo festival vogliamo portare questa diversità anche in Italia. Il cibo di strada nasce in America, a New York è una realtà consolidata: le persone escono dal lavoro, scendono in strada, mangiano dai food truck e tornano nel loro ufficio”. “Portiamo in giro le ‘cucine su ruote’ — ha aggiunto Boschini — la cultura itinerante del buon cibo, di qualità, innovativo, non solo della tradizione. Abbiamo cucine italiane ma anche europee. Partiamo il prossimo weekend con il tour e viaggeremo tante città, che hanno preso come punto di riferimento il format di Reggio Emilia. Poi torneremo qui, ancora più ricchi di idee, ad agosto 2016”.

“Riqualificare il territorio, come Confesercenti, vuol dire riportarlo al commercio — ha detto Domenichini — La Stazione è una zona che sappiamo avere alcune criticità, e portare un festival itinerante di questo tipo invoglia i cittadini a frequentarla. È un nuovo modo di fare impresa, un’attività moderna, interessante che coinvolge giovani e adulti, con investimenti limitati, e che porta visibilità a tutta l’area”.

Sarà possibile infatti incontrare sapori di tutti i tipi, per tutti i gusti e tutte le tasche. Incontrare i food trucker più avventurosi, ascoltare le loro storie appassionanti. Vedere furgoni, furgoncini, apecar e trucker di tutti i tipi, belli per diversità e inventiva. Assaggiare e spiluccare delizie per gli occhi e la bocca.

Sarà possibile appassionarsi talmente da seguire il roadshow in tutte le tappe sulla pagina facebook https://www.facebook.com/InFoodWeTruck.StreetFood/?fref=ts o sul sito http://www.infoodwetruck.net.