Si sveglia, trova i ladri davanti alla porta e li fa arrestare

E' successo stanotte in via Keplero: la trentenne ha sentito armeggiare davanti all'uscio. Ha chiamato i carabinieri che hanno fermato tre giovani piacentini

REGGIO EMILIA – Tre giovani ladri piacentini sono stati arrestati dai carabinieri di Reggio Emilia stanotte, poco prima delle tre in città, in un condominio di via Keplero dietro il supermercato Il Gigante. Sono una 22enne piacentina residente a Cortemaggiore (PC), un 25enne originario di Bari residente a Fiorenzuola d’Arda e una 25enne cittadina albanese abitante a Piacenza.

Una trentenne, svegliatasi in piena notte per i rumori che sentiva provenire dalla porta d’ingresso, si è alzata dal letto e, attraverso lo spioncino, ha notato un ragazzo che armeggiava sulla porta del suo appartamento. Impaurita, ha chiamato i carabinieri segnalando il furto in atto. Sul posto è stata inviata una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia di Reggio Emilia che, dopo aver bloccato preventivamente i due ascensori, ha sorpreso all’interno del palazzo un ragazzo e due donne.

“Siamo venuti a far visita a una cugina”. Questa la giustificazione fornita dai tre ragazzi che non li ha per nulla convinti vista l’ora, peraltro inusuale, per una visita. I successivi accertamenti hanno permesso di trovare addosso al ragazzo un coltello a serramanico lungo 19 centimetri utilizzato per provocare l’effrazione alla porta peraltro rilevata dai carabinieri. La donna che aveva chiamato i militari, a sua volta, ha riconosciuto nei tre fermati le persone che aveva visto, attraverso lo spioncino, poco prima cercare di forzare la porta di casa.

Vista la flagranza di reato i tre sono stati portati in caserma e arrestati per tentato furto aggravato. Questa mattina sono comparsi davanti al tribunale di Reggio Emilia e, dopo la convalida dell’arresto, sono stati rimessi in libertà in attesa del processo fissato per il 24 maggio.