Le rubriche di Reggiosera.it - Editoriali

Poste, incubo raccomandate: serve ufficio in zona Sud

Ci vuole più di un'ora per andare a prendere una missiva dall'altra parte della città

REGGIO EMILIA – Ci perdonerete se usiamo questo spazio per una questione personale, ma crediamo che sia una vicenda che riguarda molti altri reggiani. L’altro giorno è arrivato nella buca delle lettere l’ennesimo avviso di giacenza per una raccomandata e, per l’ennesima volta, abbiamo dovuto attraversare la città (circa venti minuti ad andare e venti per tornare) dalla zona sud alla zona nord per andare a ritirare la raccomandata in via Piccard.

Una volta arrivati all’ufficio, bisogna fare una fila, alla mattina, di circa mezz’ora. Quindi una persona che perde l’arrivo di una raccomandata (il che, in effetti, è abbastanza frequente dato che, di solito, la gente la mattina non è certamente in casa) deve perdere ogni volta più di un’ora di tempo per andare a riprendersela.

A questo punto vorremmo indirizzare una preghiera alle Poste. Preso atto che, certamente, il postino non può passare più volte in una giornata, sarebbe possibile permettere a chi abita nella zona sud della città di ritirare le proprie raccomandate in quell’area, evitando di attraversare tutta Reggio Emilia?

Non dovrebbe essere troppo complicato. Basterebbe fare in modo che tutte le raccomandate che arrivano nella zona sud, fossero distribuite in un ufficio postale, magari in una zona centrale, dell’area sud di Reggio, mentre per quelle dell’area nord resterebbe l’ufficio di via Piccard. Non crediamo che sarebbe un grosso problema ma sarebbe sicuramente un grande risparmio di tempo per i reggiani che farebbero prima ad arrivarci e troverebbero meno fila dato che una parte della città si rivolgerebbe alla zona sud e una parte a quella nord.