Palasport meno costoso e con cento posti in più

La gara è stata vinta dalla ditta Iti-Costruzioni Generali, con sede a Modena. Risparmio di 280mila euro per il Comune. I lavori partiranno entro due mesi. Al termine la struttura avrà 4.600 posti

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – E’ stata individuata oggi la ditta vincitrice dell’appalto per la realizzazione dell’intervento di riqualificazione del Palasport di Reggio Emilia. L’appalto prevedeva in un’unica procedura sia la progettazione definitiva-esecutiva, sia la realizzazione dei lavori, il cui valore complessivo è stato stimato in circa 1,6 milioni di euro (escludendo alcuni oneri e l’installazione dei seggiolini – che avranno una procedura a parte – per raggiungere i due milioni di euro previsti a bilancio).

La gara ha seguito la procedura economicamente vantaggiosa, attribuendo cioè alla qualità del progetto il 75% del punteggio e solamente il 25% all’offerta economica. Hanno partecipato cinque aziende. E’ risultata vincitrice (con aggiudicazione provvisoria) la ditta Iti-Costruzioni Generali, con sede a Modena. L’azienda era affiancata dai progettisti dello studio Caire di Reggio Emilia ed è risultata prima sia nell’offerta qualitativa, sia in quella economica.

Nell’offerta economica, le cui buste sono state aperte stamane alle 12 in seduta pubblica, il ribasso è stato del 20,2%. Tale ribasso mette a disposizione del Comune una somma di 280 mila euro circa per ulteriori interventi sulla struttura. In merito all’offerta qualitativa, è importante rilevare che la proposta ha aggiunto circa 100 posti in più rispetto al progetto preliminare di riqualificazione, ristrutturazione e ampliamento realizzato dal Comune, che già prevedeva un incremento di 1.000 posti, rispetto ai 3.500 attuali. Il Palasport, al termine dei lavori, avrà quindi 4.600 posti.

A questo punto – terminate le verifiche di tipo amministrativo – si procederà all’aggiudicazione definitiva, a seguito della quale la ditta avrà 30 giorni di tempo per depositare il progetto esecutivo, con l’obiettivo di avviare il cantiere entro 60-70 giorni. Parallelamente verrà portata in Consiglio comunale la variante agli strumenti urbanistici, già adottata in febbraio, per l’ampliamento volumetrico dell’edificio.

“Ringraziamo i tecnici, che hanno seguito i diversi aspetti di questa procedura consentendoci, in quattro mesi, di poter sviluppare l’iter per realizzare una delle più rilevanti opere di questa legislatura – dicono il sindaco Luca Vecchi e l’assessore a Infrastrutture del territorio e Beni comuni Mirko Tutino – Il Palasport avrà 1.100 posti in più, sarà riqualificato esteticamente e nel comfort e sarà più accessibile anche ai diversamente abili. A questo punto il Comune seguirà passo dopo passo il cantiere con l’obiettivo di rispettare i tempi che ci siamo prefissati”.

Più informazioni su