Montecchio, ubriaco aggredisce i carabinieri: arrestato

L'uomo ha reagito con violenza, anche dopo essere stato portato in caserma, dopo che aveva preso contromano una rotonda

MONTECCHIO (Reggio Emilia) – Prende contromano la rotonda e poi aggredisce i carabinieri che lo fermano. L’uomo, in stato d’ebbrezza, era alla guida di un veicolo senza assicurazione. Un militare è finito in ospedale con prognosi di sette giorni. E’ successo ieri sera, verso le 22, a Montecchio durante un servizio di controllo del territorio da parte dei carabinieri che stavano passando in Via Delle Scienze quando hanno notato una Fiat Punto che imboccava contromano la rotonda di ingresso al centro commerciale Coop.

Notata la manovra i militari hanno intimato inutilmente al conducente di fermarsi e poi, dopo un breve inseguimento, lo hanno bloccato in Via Saragat. Sceso dalla macchina l’uomo, apparso ubriaco, ha chiesto di essere lasciato andare e, una volta portato alla calma, è stato invitato a esibire la patente che ha detto di aver dimenticato a casa.

E’ stato portato in caserma dove i militari hanno verificato che la sua auto era senza assicurazione perché scaduta di validità il 2 gennaio scorso, così come la revisione dell’auto che era scaduta nell’ottobre del 2015. Durante la fase delle contestazioni della guida in stato d’ebbrezza e del sequestro della vettura, l’uomo è andato ulteriormente in escandescenza e, approfittando che i militari avevano aperto la porta per far entrare il figlio, ha vinto la resistenza di un militare ed è uscito dalla stanza sbattendo violentemente la porta, tanto da danneggiare il muro.

Raggiunto all’esterno dai militari, dopo averli offesi ne ha spinto uno a terra salendo sulla macchina. Avviato il veicolo, ha inserito la retromarcia e, incurante della presenza di un carabiniere, è ripartito con la portiera anteriore sinistra ancora aperta, con la quale ha investito il militare facendolo cadere per la seconda volta in terra, mentre, con l’angolo anteriore destro del veicolo, ha danneggiato un’altra macchina parcheggiata nei pressi.

Poco dopo è tornato in caserma e ha ripreso a offendere e minacciare i militari. A questo punto è stato arrestato. Il carabiniere caduto dopo la spinta e colpito con la portiera ha riportato traumi al braccio destro e al rachide lombosacrale ed è stato giudicato guaribile in sette giorni dai sanitari dell’opedale Franchini.