Maratona Aemilia, sessanta udienze per mille testimoni

Lamentele dei difensori che considerano il calendario troppo serrato. Il presidente del tribunale: "Servono sentenze in tempi ragionevoli"

REGGIO EMILIA – Serviranno almeno 60 udienze per ascoltare gli oltre mille testimoni chiamati a deporre nel processo Aemilia. Si prevede di ascoltarne tra i 10 e i 15 per volta. La stima la fa il presidente del collegio giudicante e del Tribunale di Reggio Francesco Maria Caruso aprendo i lavori dell’aula questa mattina.

Caruso, in relazione alle osservazioni che alcuni dei legali difensori hanno sollevato sul calendario delle udienze giudicato troppo serrato, e’ inflessibile. “Lo scopo del processo – dice – e’ arrivare alle sentenze in tempo ragionevole. Non si puo’ dibattere all’infinito. Bisogna dare ritmo a processi come questo che altrimenti rischiano di ristagnare”.

Il presidente accorda tuttavia di cancellare l’udienza prevista per l’1 giugno. Oggi quindi si parte con l’audizione dei testimoni, a cominciare da quelli dell’accusa. Lavori avviati a rilento pero’. Il pm Marco Mescolini ha infatti chiesto una rogatoria di alcuni atti relativi ad un diverso procedimento, che potrebbero confluire nel fascicolo Aemilia. La difesa ha chiesto del tempo per esaminarli e l’udienza e’ stata sospesa per svariati minuti (Fonte Dire).