Quantcast

Mafie, Capelli: “Dimissioni sindaco irricevibili”

Il capogruppo Pd: "La minoranza smetta di inseguire le illazioni dei mafiosi"

REGGIO EMILIA – “Incapaci di produrre qualsivoglia azione politica utile alla citta’, le opposizioni di Reggio Emilia provano a buttarla ”in caciara”, attaccando il sindaco con una strumentalizzazione intollerabile”. Il capogruppo del Pd in sala del Tricolore Andrea Capelli replica a stretto giro di posta alla richiesta di dimissioni avanzata da 5 stelle e liste civiche per il sindaco Luca Vecchi.

Il primo cittadino e’ finito nel mirino dopo i rapporti giudiziari che coinvolgono sua moglie, Maria Sergio, gia’ dirigente all”urbanistica in Comune. Ma Capelli tira dritto. “Da troppo tempo – afferma – questi signori, davanti ad esternazioni insultanti e non fondate di mafiosi e ad allusioni provenienti da detenuti, anziche’ schierarsi dalla parte di chi non e’ indagato, dalla parte di chi non ha fatto nulla, assumono in modo gravissimo il punto di vista dell’imputato di turno e si schierano dalla parte dei ragionamenti, delle millanterie e del fango di persone che devono rendere conto alla legge della loro posizione”.

Per questo “le richieste di dimissioni di oggi risultano irricevibili. Fare opposizione e’ un’altra cosa”. Conclude dunque Capelli: “Alleanza Civica e Movimento 5 Stelle riflettano sul danno incalcolabile che stanno arrecando alla citta’. La smettano di fare propaganda intellettualmente disonesta sulla pelle di persone oneste e dimostrino di avere qualche progetto credibile per Reggio Emilia. Ma ne dubito”.