Quantcast

Infrazioni come se piovesse: maxi multa a camionista

Un 50enne di Messina fermato dalla polizia stradale senza patente, con revisione del veicolo falsa, senza autorizzazioni per il trasporto merci e con decine di violazioni alle spalle evitate fornendo false generalità

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un camionista 50enne di Messina è stato denunciato e sanzionato per un importo di oltre 26mila euro dalla polizia stradale per una serie di infrazioni commesse. Un ordinario controllo effettuato al casello autostradale di Reggio Emilia nei confronti del suo autocarro in transito, ha avuto esiti a dir poco inquietanti.

Il mezzo pesante carico di mobili prelevati in un magazzino di Reggio Emilia, stava per immettersi sull’autostrada quando gli Agenti della Polstrada lo hanno bloccato. Il conducente ha detto di non avere la patente poiché dimenticata a casa. Gli agenti hanno verificato che, in effetti, il documento era stato conseguito, ma hanno scoperto che aveva falsificato il certificato di revisione del veicolo.

Dato che sono stati rilevati problemi anche relativi alle ore di guida e di riposo dal dispositivo tachigrafo installato sull’autocarro, il conducente è stato accompagnato al comando di Polizia Stradale, così da poter esperire approfonditi accertamenti, rispetto a quanto al momento rilevato.

Lì si è scoperto che il 50enne era privo di patente di guida perché revocata, girava con revisione del veicolo falsa e stava effettuando un trasporto di merci abusivo poiché mancante del titolo abilitativo previsto. Inoltre gli sono stati contestati ulteriori inadempimenti riferiti alle ore di guida e di riposo, ed omissioni per mancato passaggio di proprietà del veicolo condotto.

Il messinese, oltre ad essere stato denunciato per le falsità sopra evidenziate, ha ricevuto da parte degli agenti, una serie di notificazione di atti amministrativi, per un ammontare di 26mila e 965 euro Inoltre il veicolo è stato tolto dalla circolazione poiché sottoposto a diversi fermi amministrativi. Gli agenti hanno appurato anche l’esistenza di decine di violazioni rilevate da altri Comandi di Polizia Stradale, dove l’uomo aveva utilizzato le medesime generalità false, proprio al fine di evitare ulteriori innumerevoli sanzioni.

Più informazioni su