Quantcast

Il premier Renzi a Reggio per inaugurare il Core

Sabato 11 giugno il taglio del nastro per il centro oncoematologico, fiore all'occhiello della nostra sanità

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – E’ oramai tutto pronto per il Core, il nuovo centro oncoematologico che sarà inaugurato sabato 11 giugno alla presenza del premier Matteo Renzi. Il premier arriverà a Reggio la mattina di sabato per il taglio del nastro, mentre al pomeriggio, dalle 15 alle 18.30, si terrà un open day per consentire alla cittadinanza di visitare il fiore all’occhiello della sanità prima che inizino le attività nei reparti.

Progettato da Binini Partners, l’edificio è stato sviluppato a livello esecutivo da CAIREpro per conto dell’impresa Sicrea Group / Siteco, che ha fatto proprie le indicazioni tecnico prestazionali confermate nelle diverse fasi progettuali. Il Core è costato 35 milioni di euro, messi insieme da fondi del Servizio Sanitario Nazionale, risorse aziendali, donazioni da parte di associazioni di volontariato (prime fra tutte Fondazione Grade Onlus e Apro).

La palazzina, collegata al monoblocco del Santa Maria è disposta su sei piani. Il pianoterra è dedicato alla distribuzione e all’orientamento di chi entra, come al Santa Maria, al piano interrato spogliatoi e locali di servizio per il personale; al primo piano chirurgia specialistica, al secondo ematologia, al terzo oncologia e medicina oncologica, al quarto oncologia day hospital e unità di manipolazione di farmaci chemioterapici. Il valore delle tecnologie installate è di circa 6,3 milioni di euro, oltre 30 le opere pittoriche di artisti contemporanei donate, i posti letto 125, incluse le poltrone.

Per costruirlo ci sono voluti sei anni, quando la media in Italia per edificare un ospedale è 10 anni. Affinché il Core entri a pieno regime, però, occorreranno sei mesi: le attività partiranno a luglio e i reparti entreranno in funzione uno alla volta, fino a dicembre 2016.

Più informazioni su