Correggio, sospese le ricerche dell’uomo scomparso

I carabinieri pensano che possa trattarsi di un allontamento volontario, cosa che era già successa tre anni fa

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Sono state sospese le ricerche del 36enne scomparso da casa giovedì scorso a Correggio. I carabinieri pensano, a questo punto, che si possa trattare di un allontanamento volontario e non di un gesto estremo. Questo perché le ricerche nella zona di protezione civile, vigili del fuoco e carabnieri, fra i quattro laghi e le frazioni di Fosdondo e San Prospero, non hanno dato nessun esito.

La base operativa allestita giovedì sera nel piazzale accanto alla parrocchia di San Prospero Vescovo è stata smantellata. L’uomo aveva parcheggiato qui la sua auto, una Dacia Duster nera. Per cercare l’uomo erano scese in campo le unità cinofile, i sommozzatori, sia di vigili del fuoco sia dei carabinieri ed erano stati usati gli elicotteri.

Di lui i ricercatori hanno trovato tre oggetti: la giacca della tuta, il portafogli e la camicia. L’uomo si era già allontanato da casa volontariamente tre anni fa.