Casalgrande, si ribalta in una buca con il Bobcat e muore

Un 60enne di Scandiano è deceduto oggi pomeriggio verso le 17 in via XXV Aprile a Salvaterra alla Rubiera Special Steel. Cgil e Cisl: "Profondo cordoglio, una giornata di lutto"

CASALGRANDE (Reggio Emilia) – Infortunio mortale oggi pomeriggio verso le 17 in via XXV Aprile a Salvaterra alla Rubiera Special Steel (ex Acciaieria di Rubiera). Un 60enne di Scandiano, Fabrizio Baroni, titolare di una ditta individuale che si occupa di escavazioni, è deceduto dopo essersi ribaltato con un Bobcat finendo dentro una buca profonda quattro metri, mentre stava lavorando vicino al Secchia nell’area dietro l’azienda.

L’uomo stava scavando una buca con il suo mezzo quando, per cause ancora al vaglio degli inquirenti, vi è precipitato dentro con il Bobcat.

Sul posto sono stati subito chiamati i soccorritori del 118 e l’elisoccorso da Parma, l’automedica e l’ambulanza, più i vigili del fuoco di Scandiano e Sassuolo. Purtroppo, quando i sanitari sono arrivati sul posto, per l’uomo non c’era più niente da fare.

Sul posto anche i carabinieri che ora, insieme alla medicina del lavoro, dovranno indagare sulla dinamica dell’incidente. Fabrizio Baroni, viveva a Scandiano, dove risiedono anche il fratello e i genitori, in via Fratelli Cairoli. Ha lavorato per tanti decenni nel settore edile, ed era il titolare di due imprese del settore, la Soluzioni Edili srl con sede a Parma e la cooperativa Servizi Edili, con sede legale a Pratissolo in via delle Scuole.

Cgil e Cisl: “Profondo cordoglio, una giornata di lutto”
Sulla vicenda intervengono anche Cgil e Cisl che scrivono: “Crediamo sia necessario, perché non succeda ancora, mettere l’accento sull’importanza della cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro, per tutti  – fanno sapere Fiom Cgil e Fim Cisl -. Considerando che come sindacati e come lavoratori, crediamo sia di inestimabile importanza e vada messa sempre al primo posto. Basta un attimo, infatti, per compiere un passo falso a cui non è più possibile porre rimedio”.

Le due sigle sindacali “esprimono il proprio cordoglio e la propria vicinanza alla famiglia di Fabrizio Baroni e, in accordo con l’Azienda, proclamano una giornata di lutto, ricordando che la consapevolezza dell’importanza della sicurezza e salute sui luoghi di lavoro è l’unico vero deterrente per evitare il ripetersi di episodi così gravi”.