Quantcast

Ambiente, addio ad edifici energivori in otto Comuni

Si è concluso un progetto lanciato nel 2011 con opere realizzate per 6,8 milioni di euro

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Interventi di riqualificazione energetica e illuminazione pubblica, installazione di impianti fotovoltaici, allacciamenti alla rete di teleriscaldamento in scuole, residenze per anziani, palestre, municipi ed edifici pubblici per oltre 6,8 milioni, di cui 555.000 finanziati dalla Regione. Questo per produrre un risparmio annuo complessivo di circa 570 Tep (tonnellate equivalenti di petrolio).

E’ il risultato del progetto ”Abc Energia”, promosso nel 2011 dalla Provincia di Reggio Emilia insieme ad Acer, a cui hanno aderito otto Comuni, presentato oggi in mattinata a Palazzo Allende. “Il volume finanziario davvero rilevante che siamo riusciti a investire sul territorio e’ importante per tre ragioni”, spiega il presidente della Provincia, Giammaria Manghi. Infatti, “ci ha permesso di riqualificare un patrimonio pubblico, in particolare scuole ed edifici municipali, su cui si fatica tradizionalmente a intervenire a causa dell”assenza di risorse”; ma anche “di ridurre il consumo di energia attraverso le energie rinnovabili, tema di etica ambientale caro a molti cittadini”.

Infine si e’ dato avvio ad “una serie di lavori che, in tempi di crisi, ci hanno generato Pil locale, sostenendo un sistema economico che ha risentito del calo di investimenti in opere pubbliche”. Il presidente di Acer, Marco Corradi, sottolinea che si tratta di “un’attivita’ gia’ realizzata che ha sicuramente anticipato i tempi rispetto ai temi dell’efficienza energetica”; un terreno su cui Acer e’ “da tempo impegnata” per “promuovere e sensibilizzare i cittadini su risparmio e efficienza energetica, mettendosi al servizio della Provincia e dei Comuni per realizzare un programma di riqualificazione sul proprio patrimonio”. Un’iniziativa, conclude Corradi, “virtuosa, d’esempio e stimolo per i cittadini”.

Più informazioni su