Mafie, Cir food sforna menù legalità per ricordare vittime

Lunedì la pasta di Libera approda nelle mense di scuole ed ospedali

REGGIO EMILIA – Ci sara’ un menu all’insegna della legalita’, il prossimo lunedi’ 21 marzo, nelle mense emiliano-romagnole gestite da Cir food. In occasione della 21esima edizione della manifestazione con cui l”associazione Libera ricorda tutte le vittime di mafia, la cooperativa reggiana, come gia’ accaduto nelle edizioni precedenti, inserira’ infatti fra le materie prime dei menu per scuole e ospedali la pasta di semola biologica di Libera Terra, per un totale di cinque tonnellate.

Dara’ inoltre il suo sostegno alla manifestazione regionale in programma a Reggio Emilia, che vedra’ in collegamento da Messina il fondatore di Libera Don Luigi Ciotti. Ad avere un menu speciale, in particolare, saranno le scuole di Reggio Emilia, Modena, Piacenza e Ferrara e nel bolognese gli ospedali Maggiore e Rizzoli e le scuole di Loiano e Bazzano (Comune di Valsamoggia), mentre nel modenese saranno coinvolte le scuole di Sassuolo, Formigine, Spezzano, Fiorano, Mirandola, Terre di Castelli e Terre dArgine.

Inoltre la pasta di Libera Terra sara’ proposta in oltre 40 ristoranti e self-service delle catene “Rita” e Cir food nelle province di Modena e di Reggio Emilia. “Rinnoviamo con orgoglio il nostro sostegno all”associazione Libera nella giornata in ricordo delle 900 vittime di mafia” commenta la presidente della cooperativa Chiara Nasi, sottolineando come “i prodotti di Libera Terra sono un esempio tangibile di legalita” e impegno sociale. Valori imprescindibili per la cooperazione, oggi piu” che mai”.