Grease, il musical dei record al teatro Valli

Quattro repliche, da venerdì a domenica, per lo spettacolo della Compagnia della Rancia che ha debuttato nel 1997

REGGIO EMILIA – Oltre 18 anni di successi inarrestabili per lo spettacolo che ha debuttato il 4 marzo 1997 e, da allora, ha dato il via alla musical-mania in Italia. Grease, il musical dei record prodotto da Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi, con più di 1.600.000 spettatori all’attivo, torna al Teatro Valli di Reggio Emilia venerdì 1, sabato 2 aprile 2016, ore 20.30; domenica 3 aprile 2016, ore 15.30; domenica 3 aprile 2016, ore 20.30 (Fuori abbonamento).

La Greasemania si conferma, stagione dopo stagione, un vero e proprio fenomeno di costume “pop” senza tempo che fa impazzire gli spettatori e guarda alle nuove generazioni, con l’intramontabile storia d’amore tra Danny (Giuseppe Verzicco) e Sandy (Beatrice Baldaccini) e tanto rock’n’roll. Grease è una festa da condividere con amici, figli, famiglie intere o in coppia, è trascorrere due ore spensierate, è non riuscire a restare fermi sulle poltrone ma scatenarsi a ballare, tra gonne a ruota, giubbotti di pelle e, naturalmente, tanta brillantina.

E la Greasemania impazza anche in tutto il mondo: la rete televisiva americana Fox ha trasmesso infatti lo scorso 31 gennaio una versione live del musical con un cast “all-star” composto da Julianne Hough (Sandy), Aaron Tveit (Danny) e Vanessa Hudgens (Rizzo). Un successo incredibile con più di 12 milioni di spettatori che ha convinto Rai 4 a mandare in onda “Grease Live” anche in Italia il 3 marzo scorso.

Diceva Warren Casey, autore insieme a Jim Jacobs: “Lo spettacolo doveva rappresentare un ritorno ad un genere di vita che appariva centrato sulle acconciature (oleose e appiccicose), sul cibo (economico, grasso, hamburger e molli patatine fritte) e su favolose automobili fuori serie (sporche e infangate) o su qualsiasi altra cosa “unta”: decidemmo così di chiamarlo Grease”.

Grease si è trasformato invece in una macchina da applausi, in cui è tutto “lucido”, “brillante”: un inno alla brillantina, proprio come il ciuffo di Elvis, che non è unto, ma brilla. Non si parla di fango e di l’olio per le automobili, ma si fanno largo le seducenti cromature di Greased Lightinin’ fatte apposta per conquistare le ragazze.

Coloratissimi costumi e coreografie irresistibili e piene di ritmo ed energia fanno da cornice a una colonna sonora diventata un vero fenomeno “cult”.