Furti e rapine: otto arresti nel fine settimana

Fermato a Guastalla un pakistano 25enne che ha aggredito un italiano, quattro giovani in manette a Castelnovo Sotto per furto di rame in un capannone. A Quattro Castella arrestati marito, moglie e cognata che rubavano in un negozio

REGGIO EMILIA – I carabinieri del comando Provinciale di Reggio Emilia durante l’attività di controllo del weekend hanno arrestato 8 persone per reati contro il patrimonio. A Guastalla i carabinieri della stazione di Gualtieri hanno fermato un pakistano 25enne che, armato di cutter, ha tentato di rapinare un ragazzo italiano cercando di colpirlo per farsi consegnare 25 euro.

Il giovane è riuscito a fuggire e ha dato l’allarme ai carabinieri che, arrivati sul posto, hanno rintracciato il malvivente arrestandolo per tentata rapina. A Castelnovo Sotto i militari hanno arrestato 4 giovani tra i 18 e i 38 anni sorpresi, domenica sera dai carabinieri, rubare cavi di rame da un capannone aziendale della Coopsette. I 4 (3 reggiani e un bolognese) sono stati arrestati con l’accusa di tentato furto aggravato.

Infine a Quattro Castella hanno sventato un furto a conduzione familiare arrestando due coniugi e la cognata sorpresi, ieri pomeriggio, a rubare capi d’abbigliamento dalle Sorelle Ramonda, poi recuperati dai carabinieri e restituiti ai derubati.

Gli arrestati stamattina compariranno davanti al tribunale di Reggio Emilia per rispondere delle accuse loro contestate. Gli arresti sono stati eseguiti nell’ambito dell’intensificazione dell’attività di controllo del territorio disposta dal comandante provinciale, il colonnello Antonino Buda, per arginare e contrastare la recrudescenza dei reati contro il patrimonio.