Ex Mangimificio Caffarri, per la gioia dei golosi in aprile torna lo Street food

L'8-9-10 aprile farà tappa di nuovo il festival "In Food We Truck" che, tornerà anche a fine agosto. Il sindaco Vecchi: "A Santa Croce è in corso un lavoro importante di innovazione sociale"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Torna l’8-9-10 aprile, ma questa volta alle ex Mangimificio Caffarri, il festival “In Food We Truck” che ha riscosso un grandissimo successo in viale IV Novembre lo scorso anno. La location è quasi certa, manca solo un ultimo sopralluogo che sarà effettuato domani a Santa Croce per il via libera.

La formula sarà confermata anche per fine agosto in zona stazione e sarà sempre organizzata dalla società Street food valley di S. Ilario, allieterà dunque i reggiani fra poco più di un mese: cibo di strada, birra e vino per tutti in uno dei quartieri che l’amministrazione intende riqualificare e rilanciare anche con queste iniziative.

In migliaia, nell’agosto scorso, si erano riversati viale IV Novembre per assaggiare il cibo di strada preparato da“In food we truck” per assaggiare le prelibatezze offerte dei camioncini viaggianti. Fra questi l’Ape-fritto con baccalà alla romana, misto di pesce fritto e chips in varie golose crespelle, i tortelli all’erbetta e Parmigiano Reggiano del Parmigiano Gourmet street e gli hamburgherini con Parmigiano Reggiano e micche.

E poi l’Agriturismo viaggiante, arrivato da Ravenna, dove si potevano assaggiare i cappelletti al cartoccio fritti con crema di Parmigiano Reggiano. Senza contare il folclore della Moto grill Guzzi che faceva polpette e alette di pollo alla griglia. C’è da scommetterci che, fra un mese circa, ci saranno queste e altre golose novità che i reggiani, siamo sicuri, non vorranno perdersi alle ex Officine Reggiane.

Il sindaco Vecchi, raggiunto da Reggio Sera, commenta: “L’esperienza è stata un grande successo. Riproporla a Santa Croce conferma il nostro impegno sui quartieri che hanno bisogno di un grande lavoro di rigenerazione. A Santa Croce è in corso un lavoro importante di innovazione sociale. Potremmo dire, senza timore di smentita, che i significati del nostro lavoro su Santa Croce sono una buona sintesi di un’idea di città. L’area delle Reggiane rigenerata all’insegna della ricerca e dell’innovazione economica. Il quartiere di Santa Croce oggetto di un grosso progetto di ristrutturazione di capannoni industriali dismessi dove entreranno associazioni culturali, sportive e di volontariato. Ora anche lo street food assume un significato particolare nel rafforzare una strategia originale e di successo”.

Più informazioni su