“Confcoop compri il debito della coop in liquidazione S. Prospero”

E' in liquidazione coatta e ci sono 800mila euro di prestito sociale da rendere ai soci: famiglie e pensionati

REGGIO EMILIA – “Confcooperative acquisti il debito della cooperativa abitativa “San Prospero” in modo da risarcire i soci della perdita”. Lo chiede -per voce del dirigente Giovanni Trisolini- Federconsumatori, alla quale nei gorni scorsi si sono rivolti alcuni soci disorientati dalla situazione. Ci sono ben 800mila euro di prestito sociale che “ancora devono essere resi ai soci a seguito delle difficoltà piuttosto gravi che perdurano da qualche anno e che hanno portato alla liquiddazione coatta amministrativa della coop”.

I soci che si sono recati negli uffici dell’associazione dei consumatori in cerca di aiuto sono “pensionati e famiglie intere, non speculatori o avventurieri del mercato finanziario.  Alcuni di questi sono in casa di riposo e le famiglie necssitano di quei risparmi per pagare a retta”. Per questo Federconsumatori “è intenzionata a fare con Confcoperative la stessa procedura avviata con la Legacoop. Si tratta di far acquistare il debito” della “San Prospero”.

 

Sono circa 700 i soci iscritti della coop, che nei 26 anni di vita ha costruito circa 350 appartamenti e case tra Rubiera, Scandiano e Reggio. Ma solo un centinaio sono quelli che avevano ancora il prestito sociale dentro la pancia della coop:  seguito delle crescenti difficoltà economico-finanziarie (la coop ha ovviamente ristenti della crisi, che nel settore edile è stata particolarmente incisiva), gli altri avevano già negli anni scorsi ritirato i loro soldi.