Comune, il football americano reclama uno spazio

Vecchi: valutiamo spazio nuovo o uno esistente. La rosa dei siti disponibili si retringe quindi a tre: il vecchio stadio Mirabello, il centro Sporting di Cavazzoli, o il centro sportivo nella frazione di Masone

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un nuovo impianto “che non si eslcude, ma non si promette nemmeno”, oppure l’utilizzo di una struttura gia’ esistente in cui far convivere diverse discipline sportive. Sono le due strade battute dal Comune di Reggio per individuare un luogo della citta’ dove praticare il football americano.

Il punto della situazione lo ha fatto ieri in consiglio comunale il sindaco Luca Vecchi, in risposta ad un’interpellanza della consigliera Federica Franceschini del Pd. Sulla realizzazione ex novo di una struttura il primo cittadino evidenzia che “c’e’ un tema di risorse molto rilevante e anche con le contribuzioni dei privati siamo molto lontani dal poterla realizzare”.

Inoltre “abbiamo numerose istanze da parte delle societa’ sportive che dobbiamo valutare sia in termini di risorse, sia in termini di spazi”. L’utilizzo di un impianto gia’ presente e’ per contro “piu’ realistico”, fermo restando che occorre un campo di almeno 125 metri di lunghezza. La rosa dei siti disponibili si retringe quindi a tre: il vecchio stadio Mirabello, il centro Sporting di Cavazzoli, o il centro sportivo nella frazione di Masone.

Più informazioni su