Cella, massaggi hot: sequestrato centro benessere

La polizia ha scoperto nell'Isola di Chen Liyi in via Goya si esercitava la prostituzione

REGGIO EMILIA – La polizia ha sequestrato l’ennesimo centro benessere in cui veniva esercitata un’attività di prostituzione. Si tratta dell’Isola di Chen Liyi in via Goya a Cella. L’intestatario dell’attività, un cinese di circa 40 anni, inseime alla responsabile del centro benessere, una cinese di circa 40 anni, si occupavano dell’assunzione delle donne che poi, di fatto, praticavano le prestazioni sessuali ai clienti del centro.

La responsabile, oltre alla gestione dell’attività, si prostituiva anche lei ma solo con i clienti ritenuti particolarmente “generosi”. Per la prestazione si pagavano di solito 70 euro, ma il compenso poteva salire anche a 100. Il sequestro si inserisce in una attività di più ampio respiro, iniziata nel febbraio 2015, che ha portato a chiudere 12 centri benessere.