“Bus senza barriere”, per i cittadini con problemi di disabilità

Grazie a questo servizio è possibile prenotare, contattando le aziende che aderiscono al progetto, mezzi attrezzati per il trasporto di persone con disabilità o difficoltà motorie

REGGIO EMILIA – La presidente di Fcr e Coordinatrice del programma “Reggio Emilia Città senza barriere”, Annalisa Rabitti, ha raccontato che un giorno, durante un incontro, una donna con disabilità le ha detto: “Se non arrivo in un posto io non esisto, non inizio nemmeno a esistere, perché proprio fisicamente non ci sono”. Ha aggiunto: “Muoversi e viaggiare come diritto è il punto di partenza di questa iniziativa che vuole diventare un modo per fare inclusione non attraverso soluzioni parziali e mediate, ma con l’unico modo che si può definire davvero inclusivo: facendo le cose assieme, con gli stessi mezzi, negli stessi luoghi, con la stessa attrezzatura. Semplicemente adatta a tutti. Fare ciò è una ricchezza, non un problema”.

Proprio a questo proposito, all’interno di ‘Reggio Emilia Città senza barriere’, nasce il progetto di mobilità inclusiva dal titolo ‘Bus senza barriere’. Un progetto che riguarda proprio il problema dell’accessibilità al trasporto da parte di tutti, anche dei cittadini con disabilità per garantire la “libertà di movimento”.  Grazie a ‘Bus senza barriere’ è già possibile prenotare, contattando le aziende che aderiscono al progetto, mezzi attrezzati per il trasporto di persone con disabilità o difficoltà motorie. Niente paura per i prezzi! Non bisognerà ricorrere a prestiti protestati. Il prezzo del biglietto è lo stesso dei mezzi non attrezzati. Il progetto è rivolto alle scuole, alle associazioni e ai gruppi di amici. Il fine? Rendere possibile la partecipazione piena di persone con disabilità a eventi quali: gite scolastiche, viaggi o trasferte sportive.

Per adesso ad aderire al progetto sono stati gli operatori: Til e Borghi Viaggi. Il progetto è stato reso noto ai dirigenti di tutti gli istituti scolastici di Reggio Emilia e provincia, ma ripetiamo è anche fruibile da tutti i soggetti quali: gruppi di amici, associazioni, società sportive, enti di promozione sportiva, che organizzano viaggi o uscite per i propri associati e per esterni.

Questa azione fa parte del programma di azioni di ‘Reggio Emilia Città senza barriere’. Un programma pensato e realizzato dall’Amministrazione comunale e gestito da Farmacie comunali riunite ‘. Lo scopo del progetto è quello di ripensare la città non solo attraverso azioni finalizzate al superamento delle barriere fisiche architettoniche ma anche di quelle culturali e mentali delle persone con disabilità e delle categorie più fragili della comunità.