Quantcast

Bilancio previsione Comune con luci e ombre per la Cna

Annarella Ferretti: "Bene i 19 milioni di investimenti, ma bisogna dare priorità a sicurezza e infrastrutture per imprese"

REGGIO EMILIA – Luci e ombre, per la Cna reggiana, nel bilancio di previsione 2016 del Comune. Nella manovra che l’ente di piazza Prampolini varera’ nei prossimi giorni ci sono infatti risorse per investimenti per 19 milioni. Ma segnali di segno negativo arrivano dalle partecipate alcune delle quali, Act in testa, sono in perdita.

“Sapere che ci sono 19 milioni di euro pronti per gli investimenti e’ una boccata d’ossigeno per le nostre imprese. Finalmente ci sono le risorse per dare seguito ai progetti presentati in primis da Cna Reggio Emilia su riqualificazione, sicurezza, riduzione della pressione fiscale e superamento del massimo ribasso”, commenta l’associazione degli artigiani a cui il bilancio e’ stato presentato ieri mattina.

“A queste risorse – sottolinea poi la presidente di Cna Area centro Annarella Ferretti – si potra’ aggiungere l’avanzo di amministrazione dell’anno 2015, in corso di definizione (nel 2014 e’ stato di 2,5 milioni di euro)”. Restano pero’ “ancora molte ombre, a partire dalla preoccupazione per il procrastinarsi di perdite in alcune partecipate”.

Cna elenca quindi, dal suo punto di vista, le priorita’ su cui intervenire. “Tra gli investimenti primari da concretizzare – continua Ferretti – c’e’ la riqualificazione dell’area di Mancasale, della quale Cna Reggio Emilia e’ forte sostenitrice nonche’ partner del progetto presentato dal Comune, che prevede la dotazione di banda larga e interventi per incrementare la sicurezza”.

Inoltre “crediamo che il tema della sicurezza sia sicuramente tra i temi piu’ caldi e debba interessare non solo le aree produttive ma anche quelle commerciali e il centro storico”. A questo proposito la richiesta al Comune e’ dunque di “prevedere dei contributi per aziende e commercianti per investimenti sulla sicurezza dei singoli privati a integrazione dei sistemi di sicurezza pubblici”. E ancora: “Visto che la delinquenza non ha confini riteniamo importante che il Comune capoluogo coordini i propri sistemi di sorveglianza con quelli gia’ operativi della zona di Correggio, dell’area ceramiche e della bassa reggiana”.

Un altro aspetto sottolineato dall’associazione riguarda il progetto per la lotta all’evasione fiscale per incrementare le entrate del bilancio: “Occorre fare chiarezza sulle interpretazioni normative per evitare che le sanzioni siano solo un modo per fare cassa e creare contenzioso, come nel caso del progetto per il recupero di evasione o elusione sulla pubblicita’ negli esercizi commerciali”, dice Ferretti. Cio’ premesso Cna assicura che manterra’ alta l”attenzione sul bilancio soprattutto nella definizione della tassa sui rifiuti e sul fronte degli investimenti previsti nel campo della manutenzione, “che diano maggiori opportunita’ alle imprese locali con l’abolizione degli appalti al massimo ribasso”.