Vetto, ritrovato un uomo scomparso da due anni

Silvio Tognetti, 58 anni, è stato rintracciato dai carabinieri dopo che aveva attivato a suo nome un'utenza telefonica a Roma. Al maresciallo che lo ha chiamato ha detto: "Sto bene, sono ospite delle suore"

VETTO (Reggio Emilia) – Un 58enne di Vetto, Silvio Tognetti che era sparito nell’aprile del 2014, è stato ritrovato dai carabinieri di Castelnovo Monti in un convento di suore a Roma. I militari sono risaliti a lui dopo che a suo nome è stata attivata un’utenza telefonica.

Tognetti, che risiedeva a Sole di Vetto, si era allontanato in auto dalla propria abitazione senza dare più notizie di sé. L’uomo, un artigiano muratore da molti anni diviso dalla moglie, abitava da solo e alcuni vicini di casa dicono di non averlo più visto in giro per il paese dal 30 marzo in poi.

I carabinieri hanno chiamato e il 58enne ha risposto: “Sto bene maresciallo, sono ospite dalle suore a Roma”. Queste le prime parole riferite al maresciallo che l’ha tranquillizzato precisandogli che l’unica cosa che premeva era il suo stato di salute. Per aver certezza che si trattava dello scomparso il maresciallo ha invitato l’uomo a presentarsi presso un comando dei carabinieri.

Oggi alle 15 il 58enne si è presentato ai carabinieri della stazione di Roma di Piazza Dante ponendo fine alle sue ricerche. Una scomparsa che aveva avuto i contorni di un vero e proprio giallo tanto che di lui si era occupato anche la trasmissione “Chi l’ha visto”. Tognetti sta bene ed è ospite dalle suore di un centro missionario della capitale.