Ubriachi al volante già di pomeriggio: patenti ritirate

La polizia stradale ha fermato due uomini e una donna. Bloccato anche un camionista che non aveva inserito il disco cronotachigrafo

REGGIO EMILIA – Conducenti di auto ubriachi già dal primo pomeriggio e camionisti che non rispettano le regole. Continuano i controlli della polizia stradale sulle principali arterie della nostra provincia che, nei primi due giorni di questa settimana, ha controllato oltre 350 guidatori di auto e mezzi industriali.

All’attività di controllo, oltre al personale del comando reggiano, hanno partecipato anche gli uomini dei distaccamenti di Guastalla e Castelnovo Monti. In seguito ai controlli un uomo di 39 anni, residente a S. Ilario d’Enza, a cui era già stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza, è stato trovato ubriaco alla guida della sua Toyota verso le 16. E’ stato denunciato perché senza patente, sanzionato per guida in stato di ebbrezza e perché il veicolo non era stato revisionato.

Ieri pomeriggio altri due conducenti, un 40enne residente a Brescello e una 50enne di Quattro Castella, sono stati fermati a Puianello, lungo la statale 63, e gli è stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza.

Poco dopo, ad Albinea, gli agenti della Polstrada hanno controllato un autocarro, che stava effettuando un trasporto di alimenti destinato agli ospedali reggiani, il cui autista lo stava utilizzando senza inserire il disco cronotachigrafo che è obbligatorio per registrare i tempi di guida e di riposo da parte dell’autista. Gli  stata ritirata la patente e riceverà una sanzione amministrativa che può arrivare fino a 1.696 euro.