Tregua Seta-sindacati: stop a telecontrollo autisti

Accordo con il prefetto e agitazione revocata: domani escono i conti

REGGIO EMILIA – L’azienda del trasporto pubblico di Modena-Reggio Emilia-Piacenza, Seta, congela per tutto il 2016 il sistema di telecontrollo satellitare a bordo dei mezzi. E ne congela cosi’ le possibili sanzioni agli autisti collegate, paventate a norma di Jobs act. In cambio, i sindacati hanno revocato l’agitazione del personale.

È questa la fumata bianca sul braccio di ferro interno a Seta uscita oggi dalla Prefettura di Modena, dove le parti si sono riunite per tentare un accordo dopo le ultime bordate. Il tentativo di conciliazione sul servizio pubblico essenziale, riferisce il palazzo del Governo, e’ andato dunque a buon fine. L’azienda e le sigle di categoria presenti (Cgil, Cisl, Uil, Faisa Cisal e Ugl) si dicono entrambe soddisfatte dopo la mediazione prefettizia.

“A fronte della disponibilita’ dell’azienda di ”congelare” l’applicazione del sistema sino alla emanazione di chiarimenti legislativi sullo specifico argomento e comunque per tutto il 2016, nonche’ di aprire una interlocuzione con le organizzazioni sindacali sulla base di un calendario di incontri che verra’ reso noto entro la fin di febbraio, i sindacati hanno revocato lo stato di agitazione”, si legge in una nota della Prefettura.

Ma i problemi veri, per Seta, sono in realta’ altri. Domattina dalle 11, in conferenza stampa nella sede di domani, il presidente Vanni Bulgarelli e il dg Roberto Badalotti illustreranno i dati relativi all”anno 2015 elaborati nel documento preconsuntivo, nonche’ le linee guida del piano industriale 2016-2018. Come emerso, i buchi di bilancio recenti coperti negli ultimi esercizi hanno pesato non poco sul patrimonio di Seta, la cui partecipazione alle prossime gare del servizio in tutta l’Emilia resta in bilico (fonte Dire).