Rubiera, Prampolini: “Vicini a commerciante rapinata”

Dopo l'episodio di sabato scorso la presidente di Confcommercio interviene: "Ci sono anche buone prassi che è bene rispettare"

RUBIERA (Reggio Emilia) – La rapina di sabato sera a Rubiera ai danni di una commerciante, inseguita e rapinata da due banditi sotto gli occhi attoniti dei passanti nel parcheggio vicino al locale Joia, come anche altri casi simili nei giorni scorsi, riporta alla ribalta il tema della sicurezza.

“Il contesto nel quale operiamo è molto difficile – spiega Donatella Prampolini Manzini, presidente di Confcommercio – Imprese per l’Italia Reggio Emilia – e la collaborazione con le Forze dell’ordine deve essere sempre al massimo. Poter fare il proprio lavoro in un contesto sicuro e sereno è un diritto al quale non dobbiamo rinunciare. Siamo molto vicini alla nostra collega e ai tanti che sono vittime di crimini. Il dono da parte di Confcommercio alla Questura di Reggio Emilia di due motociclette, che saranno presto operative, è l’esempio dell’impegno diretto e preciso delle imprese in questo senso. Ci sono anche buone prassi che è bene rispettare, come non essere troppo ripetitivi nelle proprie consuetudini e utilizzare dispositivi di sicurezza, ad esempio telecamere e antifurto fumogeni”.