Quantcast

Rifiuti, la Regione: “La discarica di Poiatica non riaprirà”

Il sottosegretario Rossi: previsto uno studio per riqualificare il sito

CARPINETI (Reggio Emilia) – “La giunta regionale ha presentato all’Assemblea legislativa un Piano rifiuti che, una volta approvato, chiude definitivamente la discarica di Poiatica per lo smaltimento di rifiuti solidi urbani. Abbiamo quindi accolto le istanze di amministratori e comitati del territorio rispetto alla possibilita’ di ampliamento del sito con il sesto lotto”.

Con queste parole il sottosegretario alla presidenza della Regione, Andrea Rossi, ribadisce, nero su bianco, quale sara’ il destino della discarica di Poiatica, nel Comune di Carpineti in provincia di Reggio Emilia, spazzando via i rumors su una possibile riapertura del sito su richiesta di Iren.

“Di questa decisione – sottolinea Rossi – sono state ampiamente informate sia le Istituzioni cittadine, Provincia e Comune di Reggio Emilia, sia i sindaci di Baiso, Carpineti e Viano, durante un incontro voluto dalla Regione che si e’ svolto la scorsa settimana alla presenza mia e dell”assessore Paola Gazzolo. In quella sede, in accordo con gli altri soggetti presenti, abbiamo deciso di procedere, su commissione della Regione, alla realizzazione di uno studio che si avvarra’ di qualificate competenze di livello universitario”.

Questo studio, prosegue Rossi, “sara’ utile a valutare la fattibilita’ tecnica ed economica di un progetto di riqualificazione ambientale e paesaggistica del sito, che contempli anche un intervento di risistemazione finale dello scavo posto a monte dell’attuale discarica”. Tutti i futuri passaggi comunque, conclude il sottosegretario “saranno costantemente monitorati in accordo con i sindaci coinvolti, che assieme alle Istituzioni si devono assumere la responsabilita’ per garantire la sicurezza del territorio e dei cittadini”.