Open.Co, fumata nera da summit con Legacoop

Stamattina la manifestazione dei lavoratori in via Ruini. Non ci sono ancora risposte sulla tutela dell'occupazione a San Martino in Rio

REGGIO EMILIA –  Fumata nera nell’incontro di questa mattina tra il presidente di Legacoop Emilia Ovest, Andrea Volta, e una delegazione di lavoratori dello stabilimento di San Martino in Rio di Open.co (ex Cormo), accompagnati dai rappresentanti sindacali.

Il vertice si e’ tenuto durante la manifestazione dei lavoratori che si e’ svolta oggi davanti alla sede di Legacoop in via Ruini, per protestare contro l’esclusione dello stabilimento di San Martino in Rio (che conta circa 200 addetti) dal piano per la salvaguardia dei livelli occupazionali nel settore degli infissi presentato in Regione dalla stessa centrale delle cooperative.

Legacoop si e’ impegnata assieme al presidente di Legacoop Emilia-Romagna, Giovanni Monti, a incontrare nei prossimi giorni il commissario liquidatore di Open.co per valutare i problemi sollevati dai lavoratori dell’ex Cormo, in particolare quelli legati alla salvaguardia del polo produttivo di San Martino in Rio. Volta ha infatti ribadito che non devono essere disattesi i contenuti dell’accordo sottoscritto in Regione lo scorso anno, e in particolare “va garantita la massima equita’ nell’impiego delle risorse umane nei tre territori interessati al progetto regionale di riassetto del settore (Reggio Emilia, Modena e Ferrara), che deve coinvolgere senza disparita’ i lavoratori indipendentemente dalla localizzazione dei siti produttivi”.