Maltempo, nessuna criticità: terminato l’allarme

I corsi d'acqua della Regione continuano ad essere monitorati ma non ci sono grossi problemi

REGGIO EMILIA – La perturbazione che ha attraversato l’Emilia-Romagna si sta attenuando, anche se sono previsti altri rovesci localizzati per tutto il pomeriggio dovuti al maltempo. Ma nessuna criticita’, fa sapere la Regione, e’ stata rilevata per il passaggio del picco della piena del fiume Secchia.

L’onda di piena è passata da Rubiera alle 7.30 circa senza fare danni. Alle 10.30 del mattino è stata riaperta la viabilità Nord-Sud rimasta chiusa al traffico durante la notte, cosa che ha congestionato ulteriormente il traffico della via Emilia in direzione Modena.

I corsi d’acqua della Regione continuano ad essere monitorati. “Gli interventi di manutenzione straordinaria di taglio della vegetazione in alveo nel modenese hanno confermato oggi tutta la loro utilita’ ed efficacia”, ha sottolineato l’assessore alla Protezione civile, Paola Gazzolo. “Malgrado la piena consistente, hanno permesso infatti di mantenere il livello dell’acqua piu’ basso e di farla defluire in modo piu’ scorrevole. In ogni caso manteniamo alta la vigilanza e aspettiamo di vedere l’evoluzione della piena che e’ ancora in atto”.

L’assessore ringrazia anche 150 volontari di Protezione civile “che anche in questa occasione sono intervenuti con la consueta disponibilita’ e velocita’”. Sono al lavoro divisi in 31 squadre in tutta l’Emilia-Romagna.

Le piene dei corsi d’acqua nel reggiano, prosegue il bollettino della Regione, hanno messo in moto alcune misure cautelative: la chiusura dei ponti sull’Enza a Sorbolo, sul Tresinaro a Rubiera e sul Crostolo a Ca’ del Bosco. Sono state aperte anche le strutture operative che seguono l’emergenza a livello locale (Coc-Centro operativo comunale e Cup-Centro unificato provinciale): i Coc di Cadelbosco, Novellara e Castelnovo a Reggio Emilia.